RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Lite tra amministratori di rete e Microsoft: Anche lei è stata rallentata dal virus Slammer

29 Gennaio 2003

Lite tra amministratori di rete e Microsoft: Anche lei è stata rallentata dal virus Slammer

di

Sicurezza. Su questo tema si sprecano fiumi di parole e convegni. Eppure, anche in questo campo, c’è chi predica bene e razzola male. E se a comportarsi così è proprio il leader mondiale del software…

La settimana scorsa è scattato l’allarme mondiale per un attacco attraverso virus ai server di rete, con il risultato di un forte rallentamento di Internet e, negli Stati Uniti, disservizi ai clienti della Bank of America.

L’attacco, portato attraverso il virus “Slammer”, ha colpito soprattutto i server MS-SQL che sono entrati in crisi.
Solo che tra tutti quelli colpiti sembra ci siano anche quelli della Microsoft: il gigante informatico non avrebbe applicato i propri correttivi di sicurezza, proprio ai server aziendali.

La notizia che sta girando, parla di un memo interno che è circolato negli uffici dell’azienda e che crea non poco imbarazzo dentro Microsoft.
Nel messaggio viene rivelato che i server MS-SQL installati sui server Microsoft sono stati infettati dal massiccio attacco di sabato scorso.

Il testo, trasmesso sabato mattina alle ore 8,04 (ora del Pacifico) a firma Mike Carlson, direttore delle operazioni dei server Microsoft Information Technology Group, diceva che “tutte le applicazioni e i servizi sono attualmente toccati e le performance sono basse”.

“La rete è totalmente congestionata – continuava il messaggio – rendendo difficile la raccolta di informazioni sull’impatto di questo attacco”.

Microsoft si è difesa sul problema delle molte falle di sicurezza che affliggono i suoi prodotti, scaricando la responsabilità sugli utilizzatori.
Secondo Microsoft, un utilizzatore veramente preoccupato della sicurezza delle sue infrastrutture informatiche non aveva che da seguire le direttive emesse regolarmente e di applicare i correttivi software che l’azienda mette a loro disposizione sul suo sito.

Dall’altro lato della barricata, gli amministratori di rete si difendono dicendo che è impossibile applicare tutti i correttivi, tanto sono numerosi.

Vale per tutti un commento fatto da un esperto del settore della sicurezza informatica: “Essendo stata toccata dalle azioni del virus Slammer, Microsoft ha fatto la prova di come sia virtualmente impossibile a un amministratore di sistema poter seguire il ritmo dei numerosi correttivi di sicurezza che emette durante l’anno”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.