ULTIMI 3 POSTI

Corso LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Levi’s lancia megastore high-tech

17 Agosto 1999

Levi’s lancia megastore high-tech

di

Sull’onda del recente avvio del Metreon voluto da Sony ricco di 8 sale cinematografiche oltre a varie meraviglie high-tech e il primo negozio al dettaglio gestito direttamente da Microsoft, San Francisco vede oggi al varo il megastore dei rinomati jeans Levi’s. Si tratta in realtà di un edificio su quattro piani nella centralissima Union Square dotato di un look futurista nonché provvisto di vari marchingeni iper-tecnologici e Internet-oriented. Tra questi, una serie di raggi laser che prendono gratis le misure più che precise per poter trovare all’istante il paio di jeans che calza a pennello; una cabina dove farsi l’autoscatto e inviarlo al volo a 10 amici via email (per soli 3 dollari); svariati PC dislocati nel negozio dove poter accedere al sito Web dell’azienda, per essere amichevolmente riconosciuti e salutati qualora si sia deciso di farsi prendere le impronte digitali non appena entrati (tali dati vengono cancellati ogni 24 ore, precisano i gestori). Non mancano schermi TV per video-clip sparsi in giro, un DJ in carne ed ossa sempre all’opera e una galleria d’arte all’ultimo piano.

Sull’onda del recente avvio del Metreon voluto da Sony ricco di 8 sale cinematografiche oltre a varie meraviglie high-tech e il primo negozio al dettaglio gestito direttamente da Microsoft, San Francisco vede oggi al varo il megastore dei rinomati jeans Levi’s. Si tratta in realtà di un edificio su quattro piani nella centralissima Union Square dotato di un look futurista nonché provvisto di vari marchingeni iper-tecnologici e Internet-oriented. Tra questi, una serie di raggi laser che prendono gratis le misure più che precise per poter trovare all’istante il paio di jeans che calza a pennello; una cabina dove farsi l’autoscatto e inviarlo al volo a 10 amici via email (per soli 3 dollari); svariati PC dislocati nel negozio dove poter accedere al sito Web dell’azienda, per essere amichevolmente riconosciuti e salutati qualora si sia deciso di farsi prendere le impronte digitali non appena entrati (tali dati vengono cancellati ogni 24 ore, precisano i gestori). Non mancano schermi TV per video-clip sparsi in giro, un DJ in carne ed ossa sempre all’opera e una galleria d’arte all’ultimo piano.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.