Home
L’estate dei social network

08 Agosto 2008

L’estate dei social network

di

Quel che si dice in Rete. Ma davvero essere connessi equivale ad essere scollegati dal mondo reale? E ancora: come le donne e i genitori usano i social network. Che sono sempre più gli oggetti interessanti del mercato

Per molte persone che non vivono nella Rete, essere connessi equivale a mostrare di non essere in vacanza, di non potere (o sapere) staccare. Vanz la vede però in modo diverso e spiega i risvolti sociali della connessione. A quanto pare l’importanza del web sociale è stata subito colta dalle donne: MediaMeter commenta uno studio che mostra come proprio le ragazze siano maggiormente affezionate a Facebook e compagnia. Anche i genitori più svegli trovano utili questi ambienti. Soprattutto, come osserva Giovanni Boccia Artieri, per controllare i figli.

Nel frattempo, qualcosa si muove nelle applicazioni di lifestream. Tommaso Sorchiotti spiega come Socialthing, il più agguerrito rivale di FriendFeed, sia stato acquistato nientemeno che da AOL. Twitter intanto, racconta Luca De Biase, Twitter ha ricevuto grossi finanziamenti, ma ancora non ha un modello di business definito.

Gli altri temi del giorno:

Il videogioco può servire a risollevare le sorti del mercato discografico? Lo pensa Antheus, che porta gli esempi di Rock Band e Guitar Hero.

Nessun nuovo messaggio: come avere una casella email davvero ordinata? Lo spiega Antonio Volpon.

Mario Tedeschini Lalli analizza il nuovo sito del governo italiano e spiega come cambia l’accessibilità delle informazioni da una legislatura all’altra.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.