Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Le vendite mondiali di musica sono calate del 7,6% nel 2003

09 Aprile 2004

Le vendite mondiali di musica sono calate del 7,6% nel 2003

di

Mentre la vendita di brani musicali online sembra essere il futuro dell'e-commerce con dati di crescita del settore strabilianti, il comparto di vendita di musica su Cd è al lumicino e spera in una seppur flebile ripresa

Le vendite mondiali di musica sono scese fino ad attestarsi sui 32 miliardi di dollari (26,5 miliardi di euro), il più brusco stop registrato dal settore dall’arrivo del Cd.

Questo quanto annunciato dalla IFPI, International Federation of the Phonographic Industry,un’organizzazione che rappresenta le più grandi imprese mondiali del settore. La IFPI raccoglie centinaia di case discografiche tra cui Warner Music, Sony Music, Universal Music, EMI e BMG.

La pirateria, le pessime condizioni economiche e la concorrenza di videogiochi e Dvd sono le principali cause di questo calo delle vendite. Un periodo in ribasso che dura ormai da quattro anni consecutivo, secondo i dati dell’IFPI.

“Penso che la lunga fase di declino sia sul punto di interrompersi”, ha dichiarato il presidente del IFPI Jay Berman, che prevede un calo di circa il 4% delle vendite nel 2004, dato positivo vista la situazione.

Le vendite hanno continuato a scendere in Europa e, più precisamente, in Germania, Francia e nei paesi nordici, e anche in Giappone, mentre pare siano in lieve ripresa in USA, Gran Bretagna e Australia.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.