OFFERTA DEL GIORNO

Google AdWords in ebook a 4,99€ invece di 14,99€

Risparmia il 67%
Home
Le super-città del futuro

22 Giugno 1999

Le super-città del futuro

di

Bangalore, Wuhan, Istanbul, Shanghai, Bangkok, Denver, Atlanta, Cancun-Tulum, Madrid, e Vancouver. Queste le dieci “super-città” del futuro secondo McKinley Conway del World Development Federation. I criteri della scelta includono: popolazione urbana superiore al milione, effettive capacità di rispondere alle esigenze individuali e sociali dei residenti, ambienti dinamici e salutari in grado di creare, attrarre e far prosperare gli investimenti economici.

Il denominatore comune delle “super-città” rimane comunque il desiderio di attirare grandi eventi di livello globale che portino sia entrate che notorietà. In occasione dei recenti giochi olimpici, ad esempio, Barcellona e Atlanta hanno investito svariati miliardi di dollari nel miglioramento dell’infrastruttura metropolitana. E ovviamente lo stesso vanno facendo ora Sydney e Atene. Qualcosa che sembra funzionare per tutti.

Occorre inoltre garantire ampia disponibilità di risorse idriche, un aeroporto internazionale funzionale e un “technology center”, insieme ad una diversificata infrastruttura verde (parchi, giardini, etc.), e amministratori politici all’altezza del compito.

Ma, si chiede McKinley Conway, vale la pena per una “comune” città fare l’upgrade a “super”? Certamente, se questa vuole assumere un’immagine speciale agli occhi di miliardi di persone nel mondo e intende dimostrare alla comunità economica globale di essere un ottimo luogo per investimenti strategici.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.