Home
Le dieci frodi più comuni sul Web

10 Novembre 2000

Le dieci frodi più comuni sul Web

di

Un recente rapporto pubblicato dalla commissione federale del Commercio degli Stati Uniti (FTC) è una “top 10” delle frodi più comuni su Internet.

La FTC ha pubblicato questo rapporto alla fine di ottobre e fa una lista dei 10 casi più frequenti di frode scoperti su Internet.
Questa inchiesta, basata sulle lamentele dei consumatori americani raggirati, permette di farsi un’idea del truffatore tipo.

Per primo appare il fornitore di accessi: inizia con la scusa di offrire un accesso gratuito, per poi fatturarlo. In seguito richiederà altri soldi una volta sottoscritto il contratto senza chiarirne la durata e dando una sorpresa finale sulla bolletta telefonica poiché le chiamate vengono dirottate su un numero internazionale.

In tema di prodotti e servizi, la menzione speciale va ai venditori di medicamenti speciali miracolosi o ai venditori di viaggi (ma non c’era bisogno di Internet per questo settore):
sovrafatturazioni sui beni acquistati sul Web che, una volta consegnati, perdono il loro inestimabile valore.

Altro settore pericoloso, le promesse di rapido arricchimento: siti di borsa che garantiscono i loro “consigli” al 100 %, sistemi di arricchimento piramidali o investimenti ultra remunerativi che non fruttano nulla.

Ma il “premio” come truffa più spudorata, va alle richieste di numero di carta di credito per provare che si è adulti.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Alcune sono copiate dal mondo reale, altre inventate specificatamente per il Web. Tutte, comunque, hanno un tratto in comune: sono truffe, belle e buone.

Diffidate, gente, diffidate. E per saperne di più andate all’indirizzo della “top 10

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.