OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Le app hanno un costo

02 Aprile 2012

Le app hanno un costo

di

La tendenza a sottovalutare il lavoro che sta dietro a certi programmi mobile è comprensibile, ma trascura varie realtà del lavoro di sviluppo.

Una delle domande che mi vengono spesso poste è la seguente: quando costa una app per iPhone? E per Android? Per Blackberry invece? Si tratta di domande che portano alla stessa risposta che spesso viene data con un sorriso ovvero: dipende.

Intanto è bene precisare che realizzare una app non prevede la sola scrittura del codice, anzi. Nella maggior parte dei casi lo sviluppo è una delle ultime fasi e segue quelle, spesso più importanti, di definizione del concept (dell’idea per intenderci), del wireframe (il flusso delle varie schermate) e della grafica.

Alcune applicazioni permettono di gestire dati, per cui nascono esigenze di sincronizzazione tra database locali ed altri remoti. In molti casi esistono problematiche legate alla sicurezza ed alla gestione della privacy e quindi richiedono la consultazione di esperti legali.

Molte delle applicazioni che possono apparire a prima vista banali richiedono il lavoro e lo studio di diverse persone e conseguentemente anche grossi sforzi economici. Nel caso dei giochi sono spesso necessari, ad esempio, uno studio legato al game design, il progetto generale del gioco, e quello molto importante della grafica 2D o 3D, con la generazione dei modelli effettuata da programmi spesso costosi il cui utilizzo richiede skill di alto livello. Altri elementi di complessità sono quelli introdotti dall’uso di realtà aumentata, multiplayer offline e online, interfacciamento con componenti hardware come la fotocamera o il giroscopio.

Realizzare una app per smartphone non è quindi un progetto di complessità inferiore alla realizzazione di una applicazione di qualunque altro genere. Come per le applicazioni Web esistono, anche nell’ambito mobile, framework che permettono la realizzazione di applicazioni a basso costo ma spesso a discapito della originalità. Ecco che la domanda iniziale equivale a chiedere quanto costa un’auto? e la risposta è sempre la stessa: dipende. Ne riparleremo però, più in dettaglio.

L'autore

  • Massimo Carli
    Massimo Carli, dopo essersi occupato per più di dieci anni di applicazioni enterprise in ambiente Java, nel 2003 ha iniziato a interessarsi alle applicazioni mobile, sviluppando per dispositivi Blackberry, iOS e Android. Ha lavorato come Software Engineer per Yahoo! e Facebook ed è attualmente Lead Mobile Engineer per Lloyds Banking Group.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.