RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
L’abbigliamento si rinnova per contenere tutti i gadget d’uso quotidiano

12 Luglio 1999

L’abbigliamento si rinnova per contenere tutti i gadget d’uso quotidiano

di

Anche la moda cerca di stare al passo del maggior uso dei piccoli apparecchi elettronici. Tra i più attenti alle esigenze cyber quotidiane, la famosa Levi Strauss ha ingaggiato lo stilista italiano Massimo Osti per il design di una nuova linea degli affermati pantaloni Dockers. Previsti nei negozi statunitensi per settembre, questi saranno dotati di numerose tasche e taschini, nascoste e ben calibrate. A che scopo? Ovvio, per contenere adeguatamente il telefonino, l’agendina digitale, il computerino palmare, il mini-registratore, calcolatrici e quant’altro. Anche il tessuto sarà “tecnologicamente evoluto”, spiega uno dei manager; si tratterà cioè di Kevlar o altro materiale resistente al fuoco, leggero, elastico. Ogni paio costerà intorno ai 120 dollari.

Rifle Team ha invece un target più alto, con dei pantaloni venduti ad oltre 250 dollari, interamente in cotone, muniti di ampie ma discrete tasche laterali con apposita cerniera-lampo. Mentre dovrà spendere anche di più chi preferisce camicie casual munite di apposite tasche, sul davanti e sulle braccia, ipercolorate e allegre. Per il tutto basta girare per qualche buon negozio di Manhattan, avendo l’accortezza di sapere bene quali mini-apparecchi s’intenda usare quotidianamente.

Tra questi pare che la palma d’onore tocchi al Palm Pilot: fin dai primi esemplari con supporto in legno leggero hanno incontrato molto favore nell’essere “indossato” con nonchalance, nel taschino della camicia o nella tasca di dietro dei jeans. Spiega uno dei responsabili di Palm Computing, sussidaria di 3Com che produce l’affermato computer palmare: “Siamo stati attenti a tenerci su dimensioni davvero comode, pensando a una persona che deve maneggiarlo 15-20 volte al giorno per due-tre minuti ogni volta.” C’è da scommettere che ora con l’aiuto della moda andrà senz’altro meglio, per ogni tipo di gadget.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.