Home
La UE dà l’OK alla prima fusione telecom inter-statale

18 Ottobre 1999

La UE dà l’OK alla prima fusione telecom inter-statale

di

Il Commissario Europeo Mario Monti ha dato il via libera di Bruxelles alla fusione tra le aziende di telecomunicazioni di proprietà statale in Svezia e Norvegia. La nuova entità, Telia-Telenor, sarà la prima del genere a costituirsi in ambito europeo. Inizialmente il governo svedese sarà in possesso del 60 per cento del nuovo gruppo, e quello norvegese il restante 40 per cento. Ma entro il prossimo maggio, data imposta dalla UE per la conclusione dell’operazione di privatizzazione, a ciascun governo spetterà una quota non superiore al 33 per cento a testa.

Tra le altre limitazioni decise dalla Commissione Europea, Telia e Telenor dovranno disfarsi di ogni proprietà comune, incluse entità di telefonia mobile e TV via cavo, oltre ad aprire in concreto la competizione interna ad altre aziende extra-statali. Secondo Mario Monti, si vanno così stabilendo le direttive di base supportate dalla UE per dare l’approvazione a similari fusioni che, al seguito dell’andamento in corso da tempo oltreoceano, dovrebbero prendere piede quanto prima anche in Europa.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.