REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
L.A. Times confessa d’aver infranto l’etica professionale

23 Dicembre 1999

L.A. Times confessa d’aver infranto l’etica professionale

di

In un epoca in cui, sull’onda del digitale e dell’e-commerce, anche certi bastioni dell’etica professionale nel campo del giornalismo sembrano venir meno, è importante segnalare un caso esemplare di tendenza opposta. Si tratta della dissoluzione tra contenuti editoriali e inserzioni pubblicitarie, oggi sempre più sovrapposti negli ambiti informativi sia della carta stampata che del mondo online.

Alcuni giorni fa il Los Angeles Times si è prostrato di fronte ai propri lettori, facendo pubblica ammenda e autocritica per oltre 14 pagine. Cos’era successo? Lo scorso ottobre un’edizione speciale del numero domenicale offriva un mega-inserto di 168 pagine tutto per lo Staples Center, nuova arena cittadina dedicata agli eventi sportivi. Alcuni giornalisti avevano però scoperto un accordo segreto tra le due parti, che prevedeva l’equa condivisione dei due milioni di dollari di profitti derivanti da quel numero del quotidiano.

Il quasi-ammutinamento dei giornalisti e le veementi proteste dei lettori hanno finalmente costretto l’editore a chiedere pubblicamente scusa, ribadendo che “l’integrità editoriale avrà sempre precedenza su qualunque interesse commerciale nel caso di qualunque tipo di conflitto, reale o percepito.” E comunque, chiarisce ancora il management del noto quotidiano, verrà data preventiva notizia di ogni tipo di accordo stabilito con gli inserzionisti.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.