Home
La Russia si prende il suo cyberspazio

28 Giugno 2000

La Russia si prende il suo cyberspazio

di

Dopo molti mesi la Russia inizia timidamente a prendersi il suo cyberspazio. E non è che l’inizio, stimano gli esperti.

Gli attori dell’Economia della Rete non si facciano ingannare: 150 milioni di abitanti dei quali uno o due milioni sono “collegati”, un mercato dei Pc in piena crescita e una evoidente voglia di invadere la Rete.

L’avvenire di Internet in Russia è promettente. A condizione però, dicono gli esperti, di cominciare a costruirla da subito.

E così, fonti finanziarie russe e straniere, coscienti del potenziale economico e dell’importante bacino di consumatori, iniziano a investire massicciamente in questo settore di punta.

Nei loro programmi, sviluppare i servizi di commercio elettronico tra le imprese (il famoso B2B), ma anche “aiutare la gente a costruire veri commerci produttivi e trasparenti”, sottolinea uno degli analisti citato in un dispaccio Reuters.

Una battaglia difficile. Bisognerà combattere contro la corruzione dilagante, ma anche far entrare il paese nel ventunesimo secolo seppure, come dice il primo ministro Mikhail Kasyanov, con “una rete di comunicazioni datata diciannovesimo secolo”.

Un’altra rivoluzione, quindi, che dovrà affrontare l’orso Russo per entrare a pieno titolo nell’Occidente.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.