Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
La RIAA grazia una bambina di 12 anni in cambio di 2 mila dollari per danni

11 Settembre 2003

La RIAA grazia una bambina di 12 anni in cambio di 2 mila dollari per danni

di

L’associazione che raccoglie il grosso l’industria discografica americana, comprese le major, RIAA ha lanciato l’offensiva totale globale contro la pirateria elettronica musicale e ha deciso di portare in tribunale centinaia di utenti del P2P.
Ma il “cerbero” non è così cattivo e arriva il primo accordo amichevole con uno degli accusati.

Anche perché l’accusato in questione è una ragazzina di 12 anni, rea di aver messo a disposizione di altri utenti più di 1.000 file musicali.

Prendersela con una ragazzina avrebbe potuto creare non pochi problemi di immagine alla RIAA. Immaginate gli avvocati dell’associazione che torchiano sul banco dei testimoni una bambina.

Così hanno dato la possibilità alla madre della ragazzina (non faremo i nomi né della mamma, né della bambina) che ha usato Kazaa per distribuire musica in formato elettronico, di sottoscrivere un accordo amichevole per annullare l’azione legale della RIAA.

Non se la caverà con uno scappellotto però. La RIAA, secondo i termini dell’accordo, riceverà dalla madre della giovanissima imputata la somma di 2 mila dollari per danni.
Si chiuderà, così, il primo accordo intervenuto nella mega azione legale intentata dalla RIAA contro utenti Internet dei servizi di scambio gratuito di file musicali.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.