FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
La rete e gli irretiti

19 Febbraio 2014

La rete e gli irretiti

di

C’è qualcosa di marcio entro le telecomunicazioni europee e oltre alla volontà, latita qualsiasi possibile principe di Danimarca.
Zoom sull’Italia

Marco D’Itri racconta come parte del traffico dal fornitore Internet globale Cogent diretto verso Telecom Italia Sparkle venga scambiato a New York invece che a Parigi o Francoforte, come sarebbe logico prima ancora di pensare alle intercettazioni della NSA.
La spiegazione di Cogent sarebbe che Telecom Italia ha imposto la decisione a causa delle interconnessioni europee sature. D’Itri sospetta che Telecom stia volontariamente ritardando l’aggiornamento di parti della propria rete e aggiunge anche una citazione da Cogent:

I nostri ingegneri collaborano con Telecom Italia per ottenere una maggiore capacità di trasporto dati più in fretta che si può, ma sfortunatamente Telecom Italia non ha ancora deciso come procedere.

Non abbiamo la versione di Telecom Italia e qualcuno ha manifestato dubbi sulla situazione mediante Google Groups, da cui risulta anche che oramai sia a piena capacità anche il nodo di interscambio di New York.
D’altra parte, già a novembre scorso D’Itri scriveva della propensione di Telecom in Italia a scoraggiare le interconnessioni di rete con altri grandi operatori (cosa che non può permettersi di fare all’estero).

Allarghiamo sull’Europa

Si scopre che Cogent ha già rivolto accuse dello stesso tenore a Deutsche Telekom in Germania, Orange in Francia e Telefónica (con interessi italiani) in Spagna.
Questo mentre Germania e Francia parlano apertamente, tramite i rispettivi vertici, di costruire una rete europea di comunicazioni che tagli fuori gli Stati Uniti. La stessa rete che apparentemente gli operatori dei Paesi del Vecchio continente si guardano bene dal realizzare nei fatti.
Lo stesso continente dove una indagine condotta su 28 mila cittadini europei rivela come il 94 percento di loro limiti l’uso di Internet quando si sposta all’estero, per via delle tariffe astronomiche di roaming dati.
Lasciarsi irretire dal sogno dell’Europa veramente unita diventa sempre più un lusso, oltre che pura illusione appena ci si sposta nel concreto.

L'autore

  • Lucio Bragagnolo
    Lucio Bragagnolo è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa di mondo Apple, informatica e nuove tecnologie con entusiasmo crescente. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia e Nive.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.