Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
La nuova auto-mobile

08 Luglio 2015

La nuova auto-mobile

di

Misurare tutte le prestazioni, in modi sempre più specializzati e sofisticati, connessi col nostro superfonino. Auto compresa.

Idea semplice e dirompente. Da quando le nostre auto hanno cominciato ad essere equipaggiate con elettronica, i produttori le hanno fornite di almeno una porta diagnostica, spesso nascosta ma anche accessibile dall’abitacolo.
Innestate un piccolo adattatore (cinque centimetri il lato più lungo, 25 grammi di peso) in questa porta OBD-II (On Board Diagnostics), che dialoga via Bluetooth con lo smartphone… et voilà, il gioco è (quasi!) fatto. Avete nel computer da tasca tutti i dati vitali del computer a quattro ruote. Per i più curiosi, qui trovate un’infarinatura sulle specifiche tecniche dello standard OBD, nelle sue evoluzioni.
Dall’auto, passando dallo smartphone, oltre a tracciare e registrare su cloud i viaggi e le prestazioni dell’auto e del conducente, gli accelerometri 3D tracciano la posizione cento volte al secondo, catturando subito un movimento anomalo e magari scongiurando un malaugurato incidente.
Fantastico!, diranno i più tech-enthusiast. E poi? diranno tutti, tenuto conto che queste funzioni sono già diffuse (per esempio si diventa visibili da web e tracciabili con dispositivi forniti da assicurazioni che vi promettono sconti sulla base della vostra qualità di guida).
Intanto, da non-meccanico, il fatto di avere sottomano una prima diagnostica mirata e, per quanto possibile, esaustiva non mi sembra cosa da poco. Ma, soprattutto, la rivoluzione sta sempre lì: nell’interfaccia, umana e applicativa!
Con l’annuncio di un SDK che permetterà in potenza a chiunque di sviluppare app per questa soluzione, la startup californiana Automatic fa entrare l’automobile con squillo di trombe (e di clacson!) nel nostro ecosistema digitale e ci fornisce le chiavi per realizzare app che ci facciano entrare in contatto e dialogare con il nostro macinino.

Mossa Vincente

Per non partire con lo zaino vuoto, l’azienda ha già sviluppato diverse app e siglato una serie di partnership che consentono per esempio all’automobile di:

  • inserire in automatico i viaggi dentro la nota spese elettronica oppure nella fatturazione;
  • tracciare la posizione, la quantità e la qualità dei viaggi della flotta aziendale (e di quella… familiare);
  • scatenare azioni sulla base di eventi (tempi, geofencing eccetera);
  • monitorare in tempo reale le prestazioni, consumi e lo stato delle componenti del mezzo, per tutta la sensoristica che comunica attraverso la porta OBD-II;
  • interfacciare direttamente una estesa catena di officine meccaniche, per tutti i servizi relativi;
  • calcolare i costi di un viaggio in car-pooling e dividerli sul momento.

Mossa vincente, partire con lo scaffale già ricco di soluzioni per il consumatore e per il business. La soluzione è già disponibile per iPhone dal 5 in su, con iOS 7 e superiori e per la gran parte di dispositivi Android che abbiano installato Android 4.0 Ice Cream Sandwich o superiori.

Abbiamo la Mobilemobile

Un perfetto esempio di Internet of Things, con lo smartphone un po’ hub/bridge del flusso dati tra things che passano dati ed ecosistema digitale (sia cloud, sia legacy/back-end), e un po’, una volta ancora, monitor di controllo attivo della popolazione di sensori disseminati nel nostro mondo digitale.

Ah, ovvio, ma non per forza: sostituite smartphone con smartwatch e il risultato, oggi ma – meglio – un prossimo domani, non cambia!

Auto futuristica

Batman, con quella tecnologia hardware e software antiquata, ci fa un baffo.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.