Home
La mediazione online

26 Luglio 2000

La mediazione online

di

Risolvere i conflitti con la mediazione su Internet

Internet è in grado di cambiare tutto. La connessione in Rete rende oltremodo facile e veloce l’incontro e lo scambio di esperienze e questa potenzialità può essere anche utilizzata per elaborare procedure per la soluzione dei conflitti. In attesa che ciò venga capito dai centri pubblici che amministrano la giustizia, a livello privato incominciano a nascere le prime esperienze che utilizzano a tal fine la Rete.

MediazioneOnLine, all’indirizzo http://www.mediazioneonline.it/ è il primo sito italiano che utilizza la mediazione per gestire le dispute direttamente su Internet. MediazioneOnLine utilizza tutte le risorse di Internet, vale a dire e-mail, chat e Web, come strumento per comunicare e superare i problemi legati alla distanza tra le parti. La procedura è diretta, ovviamente a chi opera o comunque utilizza la Rete ed è finalizzata alla soluzione dei conflitti di qualsiasi natura.

Perciò principalmente conflitti che nascono in Rete, ma anche conflitti del mondo reale che possono essere composti con il dialogo e il confronto via Internet.

La mediazione si colloca tra quegli strumenti di soluzione delle dispute (es. arbitrato, conciliazione, negoziato) che si svolgono al di fuori delle Corti di giustizia e che quindi sostituiscono con il metodo del confronto quello dello scontro tipico dei procedimenti giudiziari. Questa metodologia di concertazione permette ai soggetti del rapporto in discussione di concentrarsi nella ricerca di soluzioni utili ed efficaci per entrambi, piuttosto che nel tentativo di ostacolarsi a vicenda.

Il confronto può venire facilitato dalla presenza di una terza persona neutrale, il mediatore, o può essere autonomamente appreso e gestito. La proposta di Mediazione online prevede sempre la presenza di un mediatore messo a disposizione dell’organizzazione.

Nel sito si può facilmente comprendere l’intero significato del procedimento.
Il processo di mediazione mira a mettere a fuoco i problemi concreti e reali e le effettive difficoltà che devono essere appianate, ed a consentire a ciascuna persona di manifestare i propri interessi e bisogni, grazie al ruolo centrale che viene dato al dialogo e al confronto pacifico e costruttivo.
Scopo ultimo della mediazione è quello di giungere ad un accordo impegnativo, responsabile, concordato, nel rispetto degli interessi dei singoli e della situazione nella quale essi intervengono.

Come funziona concretamente

Dal punto di vista pratico, l’interessato, dopo avere letto e accettato le condizioni d’uso, compila il form di richiesta che si trova nel sito. Per qualunque necessità e per i chiarimenti sono, inoltre, disponibili le FAQ del servizio. Una volta inviata la richiesta bisogna attendere che il Mediatore designato dall’organizzazione si metta in contatto tramite e-mail.

Per ogni richiesta, il mediatore presenterà all’utente un preventivo di tempo e di spesa necessari.
Se necessario il mediatore porrà alle parti delle domande, per conoscere meglio il caso. Le persone e il mediatore si incontrano secondo un programma che prevede: riunioni di gruppo con tutte le parti presenti e/o riunioni separate tra le singole parti ed il mediatore. Una volta che i fatti e gli interessi siano stati chiariti, il mediatore cercherà di individuare una soluzione possibile e la sottoporrà alle parti.

Se queste sono d’accordo, il mediatore redigerà il testo del Contratto/Accordo e lo invierà alle parti.
La procedura è riservata nel senso che si svolge al riparo da ogni forma di pubblicità ed è volontaria in quanto l’avvio della mediazione, il suo proseguimento e la decisione finale poggiano soltanto sulla volontà delle parti.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.