ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
La Consob francese piomba negli uffici parigini di Vivendi

12 Luglio 2002

La Consob francese piomba negli uffici parigini di Vivendi

di

Sembrava che Vivendi avesse a portata di mano la propria salvezza dalla bancarotta: le banche creditrici, infatti, avevano manifestato la disponibilità a rinegoziare il debito del gigante franco-americano dei media. Ma un nuovo ostacolo sembra profilarsi all’orizzonte.
La Commissione per le Operazioni di Borsa (COB, Commission des Opérations de Borse, l’analogo francese della Consob) ha deciso di vederci chiaro nelle operazioni condotte da Vivendi e c’è il pericolo che potrebbe trovare molti scheletri negli armadi dell’azienda franco-americana.

Martedì scorso, funzionari della COB sono piombati negli uffici parigini di Vivendi e hanno iniziato a passare al setaccio tutte le operazioni condotte a partire da gennaio 2001.
Se la COB fa una cosa del genere in un momento tanto delicato, certamente ha buoni motivi per farlo e questa indagine, dagli incerti risultati, potrebbe mandare all’aria i piani di Jean-René Fourtou per rinegoziare il debito con le banche.
Un portavoce della COB ha sottolineato che non c’è stata nessuna informazione particolare a far scattare le indagini, ma l’organismo di controllo della Borsa vuole essere sicuro che il mercato davvero sappia tutto quello che c’è da sapere. Alcuni commentatori pensano che siano stati i casi Enron e Worldcom a suscitare le preoccupazioni della COB e, se così fosse, è ovvio che Vivendi sia il primo gruppo da sottoporre a controllo.

Nessuno, al momento, può dire cosa troveranno i funzionari COB negli uffici parigini di Vivendi, ma certamente la situazione del gruppo franco americano diventa più difficile.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.