Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Jakob Nielsen: nuova analisi di siti e-commerce

10 Giugno 2002

Jakob Nielsen: nuova analisi di siti e-commerce

di

Pochi miglioramenti di usabilità nei principali portali di commercio elettronico

La progettazione dei principali siti di commercio elettronico sta migliorando, ma continua a essere mediocre secondo un nuovo studio firmato dal guru della Web usability Jakob Nielsen.

Lo studio ha analizzato 15 siti e ha evidenziato che rispettano solo il 49% delle regole di usabilità elaborate dalla comunità scientifica e in particolare dalla nota – e autorevole- società di consulenza Nielsen Norman Group, che ha stilato una lista di 207 regole relative a tutti gli aspetti di un sito di commercio elettronico.

Un incremento decisamente piccolo rispetto a due anni fa, in cui la percentuale di rispetto delle regole di usabilità era del 45%.

“Di questo passo, ci vorranno 15 anni prima che i siti raggiungano livelli ottimali nel servizio web all’utente”. Ha affermato Nielsen.

Grandi siti come Amazon e eBay hanno lavorato molto in questi anni per studiare nel miglior modo possibile le loro home page e far sì che ogni parte del sito venisse efficacemente promossa, ma i dati continuano in generale a smontare tutti gli sforzi.

Negli USA infatti, secondo il famoso rapporto di Forrester Research, nel 2001 il 66% dei consumatori ha abbandonato il carrello della spesa virtuale prima di arrivare alla “cassa” a causa delle difficoltà e lentezze incontrate. Innervositi, i consumatori non tornano più, come in un negozio normale del resto.

“L’usabilità deve essere perfetta in ogni passaggio. Se solo un passaggio non funziona, vanno persi l’intero processo di ordinazione e il cliente”.

Nello studio appena pubblicato tra i siti analizzati il migliore è risultato L.L. Bean e il peggiore Home & Garden. Tra i siti analizzati quest’anno non c’era Amazon, considerato il migliore due anni fa.

L’idea iniziale era quella di fare una raffronto sull’evoluzione dell’usabilità nei siti facenti parte del campione del precedente studio, ma poiché tra questi molti erano stati chiusi Nielsen ha deciso di costruire un gruppo completamente nuovo di casi di studio.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.