Home
Internet si prende cura dei prematuri

07 Dicembre 2000

Internet si prende cura dei prematuri

di

Una società americana, la CST ha testato un programma che aiuta i genitori di bambini prematuri a seguirne l’evoluzione per mezzo di Internet.

La CST (Clinician Support Technology) utilizza le nuove tecnologie nel campo della medicina e cerca, in particolare, di sviluppare la qualità dei rapporti tra pazienti e medici.

Alcuni genitori hanno testato durante tre settimane il programma Baby CareLink.
In pratica, si tratta di poter seguire molti dei prematuri che devono rimanere sotto sorveglianza in unità di cura intensiva in ospedale.

Per questo i genitori sono stati equipaggiati di computer e di un sistema di videoconferenza per un totale di 1.500 dollari.
È stato creato un sito Web per questa occasione, con le foto dei neonati aggiornate quotidianamente e informazioni sulla loro salute.

In questo modo, i genitori hanno potuto visitare virtualmente i loro bambini e discutere con le infermiere.
I risultati sono stati positivi, visto che la maggior parte dei genitori che hanno beneficiato del servizio si sono dichiarati molto soddisfatti.

Con questi risultati, il servizio potrebbe essere esteso molto rapidamente ad altri ospedali e forse ad altri paesi.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.