Home
Internet fa male ai giovanissimi?

06 Dicembre 1999

Internet fa male ai giovanissimi?

di

Due diversi sondaggi made-in-USA sembrerebbero confermare le influenze negative derivanti dall'uso di internet da parte di bambini e giovanissimi

Berenter Greenhouse & Webster, agenzia pubblicitaria con base a New York, ha contattato 162 soggetti compresi tra i 9 e i 12 anni, mentre l’agenzia di consulenze Fortino Group ne ha interpellati 6.000 nella fascia di età compresa tra 10 e 17 anni. Secondo i risultati complessivi, quanti navigano online almeno tre volte alla settimana trascorrono un terzo in meno nell’attività di lettura rispetto ai bambini che fanno a meno di Internet. Inoltre, mantenendo il ritmo di crescita attuale, i giovanissimi di oggi passeranno almeno 23 anni online nel corso della propria vita futura, due anni dei quali dedicati soltanto allo scambio di e-mail..

Ancora, i bambini già pratici di Internet ottengono punteggi più elevati nei compiti a scuola, ma rivelano ampie mancanze per quanto riguarda grammatica e punteggiatura. Immancabile nota sull’e-commerce: i bambini dotati di PC nella propria stanza fanno acquisti in misura due volte maggiore degli altri – ma lo stesso dicasi per la corrispondenza con amici virtuali di ogni parte del globo.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.