OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
In un convegno tenuto a Bruxelles, il punto sull’e-government

04 Marzo 2002

In un convegno tenuto a Bruxelles, il punto sull’e-government

di

Anche l'Italia tra i premiati con il riconoscimento "E-government label". La Commissione europea auspica il massimo impegno per il potenziamento delle applicazioni elettroniche nel settore dei servizi pubblici

Nel corso di una conferenza tenutasi recentemente a Bruxelles, ai progetti italiani Unico Online, del Ministero delle finanze, e Torino-facile.it – scelti insieme a una sessantina di altri progetti europei – è stato attribuito il riconoscimento “E-government label”, istituito per premiare le applicazioni elettroniche eccellenti nel settore dei servizi pubblici, in relazione a criteri quali l’interattività, la sicurezza dei dati e l’impatto sugli utenti.

Più che la tecnologia in sé considerata, l’e-government a livello europeo, infatti, rappresenta, secondo quanto sostiene la Commissione, uno strumento per facilitare la vita a cittadini e imprese, fornendo loro servizi sempre migliori e più facilmente accessibili.

Il maggiore sviluppo si è avuto, perciò, nella fornitura di servizi pubblici in Rete in ambito fiscale e in relazione al settore della ricerca di lavoro.

La Commissione europea ha anche individuato i principi fondamentali cui deve ispirarsi lo sviluppo dell’e-government: trasparenza, responsabilità, partecipazione, efficacia e coerenza. L’impegno delle amministrazioni pubbliche deve essere teso, perciò, ad accrescere la fiducia degli utenti garantendo loro un servizio agevole e sicuro e un costante rapporto con l’ente erogante.

È stata lanciata, infine, la selezione 2002 del premio e-government per stimolare lo sviluppo del settore e indurre le amministrazioni a dimostrare di adoperarsi per migliorare costantemente il servizio offerto ai cittadini.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.