FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
In Spagna dedicano una via a Internet

08 Maggio 2000

In Spagna dedicano una via a Internet

di

Internet passa dal mondo virtuale al mondo reale.

In Spagna, la città di Tarragona sarà la prima a intitolare una via a Internet.
L’iniziativa arriva dal centro catalano dell’Internet Society e la “Calle Internet” sarà inaugurata il 22 maggio alla presenza di Vinton Cerf, uno dei padri fondatori del Web.

Per l’occasione, Cerf, riceverà il titolo di Dottore Honoris Causa dall’Università Rovira i Virgili di Tarragona.
L’idea è piaciuta agli abitanti e altre città della Catalogna sarebbero già sul punto di far votare simili iniziative, così come dice il giornale locale ElBalco.

Dal Galles, invece, arriva la notizia che un paese avrà sul cartello stradale il suo nome di dominio: Penrhyndeudraeth.co.uk.

Insomma, questo piccolo villaggio sarà il primo e-villaggio fisico della Gran Bretagna.
Titolo meritato, visto che la sua popolazione è connessa a Internet per il 94 %, grazie a un programma finanziato in parte dalla Commissione europea e dal CYMAD, un organismo che ha come scopo la promozione delle nuove tecnologie nelle zone più lontane del Galles.

Lanciato un anno fa, questo programma ha permesso di rimborsare il 50 % dell’acquisto del computer, stampante e connessione a Internet per 50 piccole imprese e 50 famiglie del villaggio.

La formazione è offerta gratuitamente e un computer è in uso libero e gratuito nella biblioteca pubblica.
Il villaggio ha festeggiato il lancio del suo nuovo sito Internet il 28 aprile e spera che i nuovi cartelli stradali riusciranno ad attirare investitori e turisti.

Il sito del paese all’indirizzo http://www.penrhyndeudraeth.co.uk

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.