Home
In Francia si riflette su Internet e il suo uso futuro

06 Giugno 2002

In Francia si riflette su Internet e il suo uso futuro

di

Dopo un anno disgraziato per l’economia basata su Internet, i francesi si sono riuniti e hanno discusso dell’avvenire della Rete.

Quasi trecento persone si sono riunite in una località della regione dell’Isère per partecipare ai “Rencontres de la société française en réseau” (incontri della società francese in rete), organizzati per il sesto anno consecutivo.

Questa volta, poi, solo un terzo dei partecipanti è un utilizzatore abituale di Internet, contro i due terzi degli anni passati. Segno dei tempi.

Secondo uno dei fondatori della Internet Society francese, Bruno Oudet “si è passati da un effetto di annuncio e di eccesso di moda alla realtà quotidiana”.
Secondo questo esperto ci si è mossi verso “un uso più intelligente e con padronanza” della posta elettronica, mentre “molto resta da fare” nel campo dell’educazione e formazione, come in quello della protezione dei dati personali.

La parola d’ordine degli incontri di quest’anno è “la sfida degli usi”. Su questo, dicono gli organizzatori, “il ritorno alla domanda sugli usi è un ritorno alla ragione”.
L’evoluzione di Internet è stata, sempre secondo i transalpini, “mascherata” dal fenomeno delle strat-up.

“La bolla speculativa è scoppiata – dicono – ma la società continua a strutturarsi intorno a Internet, nella dimensione commerciale e non commerciale”.

Tra i temi trattati, anche il monopolio di Microsoft. Un problema così sentito, da far nascere in Francia un Comitato di studio sull’impatto economico e societario del monopolio del gigante americano, un monopolio che, dicono, “ostacola l’innovazione e blocca la società dell’informazione”.

Inoltre, sull’impatto del wireless tra le nuove tecnologie di trasmissione. Una organizzazione, Wireless-fr ha addirittura chiesto che venga sviluppata una grande rete gratuita di accesso a larga banda via radio.

Tra le novità annunciate, la nascita di una nuova professione: l’animatore di punti di accesso pubblico a Internet. “Vicino allo scrivano pubblico”, sottolineano gli organizzatori.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.