Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Il Wi-Fi può aiutare i paesi in via di sviluppo

04 Luglio 2003

Il Wi-Fi può aiutare i paesi in via di sviluppo

di

I paesi in via di sviluppo guardano alla tecnologia Wireless come ad una possibile soluzione per il digital divide

Le Nazioni Unite hanno in progetto di riunirsi con capi di governo ed alcuni esperti per analizzare le opportunità del Wi-Fi per i paesi in via di sviluppo. Al contempo si terrà una sessione plenaria per discutere i trend mondiali nella regolamentazione del settore e per analizzare alcuni casi vincenti di adozione in questi paesi. Saranno presenti i rappresentanti di tutte le maggiori società coinvolte nel discorso, da Intel, nota per il suo chip Centrino, focalizzato proprio sul Wi-Fi, a Cisco, da Texas Instruments a Vivato.

Un ruolo importante nella discussione l’avrà l’India, che è uno dei paesi più attivi nella creazione di una grande rete Wi-Fi nazionale. Infatti questa, unita ad una recente deregolamentazione dello spettro radio per la trasmissione dei dati, permetterebbe, in India, un’ampia connettività per le comunità sparse sul territorio, dove soluzioni di cellulari non sono commercialmente percorribili. Infatti, mentre negli Stati Uniti la forza del Wi-Fi è legata alle possibilità di mobilità, per i paesi del Terzo Mondo l’attenzione si basa soprattutto su una sicura connettività a lunga distanza come alternativa ai tradizionali sistemi.

La conferenza dell’ONU focalizzerà la sua attenzione non solo sulla regolamentazione delle licenze radio, ma anche sulle fibre ottiche, ancora poco utilizzate, e sulla mancanza di fornitura energetica per i Paesi in Via di Sviluppo.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.