RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Il terremoto Xbox sconvolge Seattle

26 Marzo 2001

Il terremoto Xbox sconvolge Seattle

di

L'attesa è finita: al Gamestock di Seattle, Microsoft ha presentato alla stampa i primi giochi per la nuova console Xbox che saranno disponibili in autunno

I più importanti sviluppatori di videogiochi del mondo si sono dati appuntamento a Seattle per partecipare a Gamestock, l’annuale manifestazione ludica di Microsoft. L’edizione 2001 è stata dominata dalla presentazione ufficiale del software Xbox.

A un anno di distanza dal primo annuncio, Microsoft ha finalmente fatto cadere il velo sulla sua console, presentando ben otto titoli. Amped: Freestyle Snowboardin, Azurik: Rise of Perathia, Nightcaster, Project Gotham, NFL Fever 2002 e gli spettacolari Halo e Munch’s Oddyssee. I giochi saranno disponibili al momento del lancio della console, prevista per l’ottobre del 2001 negli Stati Uniti e in Giappone e a seguire in Europa.

Inizialmente annunciato per PlayStation2, ma clamorosamente cancellato per “insormontabili limiti tecnici” della console Sony, Oddworld: Munch’s Oddysee (Oddworld Inhabitants) è un’avventura epica caratterizzata da una cosmesi indubbiamente affascinante. Il gioco di Lorne Lanning vanta una grafica interamente tridimensionale con punti di vista selezionabili in tempo reale.

Altrettanto stupefacente è Malice, platform-adventure sviluppato dal veterano Jez San di Argonaut Games, a lungo supporter di Nintendo recentemente convertitosi al verbo di Bill Gates. Il bizzarro titolo è “interpretato” da una teenager ribelle. Suddiviso in trenta quadri, a loro volta ripartiti in innumerevoli livelli, Malice presenta una grafica da cartone animato e atmosfere decisamente oniriche.

Più realistico e violento, Halo è un gioco d’azione sviluppato da Bungie, etichetta rilevata dalla stessa Microsoft nei mesi scorsi. Umani e alieni si sfidano in vasti e surreali scenari per la supremazia dell’universo. Siamo dalle parti di Starship Troopers, il film, riveduto e corretto da Jason Jones. Halo supporta l’opzione di gioco cooperativo, multiplayer e deathmatch. La comunità videoludica attende questo gioco da ben tre anni e da quanto si è visto a Seattle, l’attesa non è stata inutile.

Fuzion Frenzy (Blitz Games) è un party game che si ispira ai recenti successi Nintendo, concepito per una fruizione multiplayer che include una cinquantina di variazioni sul tema fantascientifico. L’action-adventure Azurik: Rise of Perathia (Adrenium Games) di Jeff Petkau e Jon Mavor potrà essere installato su hard disk per eliminare del tutto l’attesa dovuta ai vari caricamenti. Nightcaster (VR-1 Entertainment) è un action-RPG in terza persona che tenta di mettere d’accordo due paradigmi come Zelda e Diablo, privilegiando l’azione sull’esplorazione.

Per quanto concerne i giochi sportivi, l’offerta iniziale prevede titoli come NFL Fever 2002 e Amped: Freestyle Snowboarding, entrambi di Microsoft. Il primo, messo a punto da Robert Cook, è una simulazione di football caratterizzata da una grafica estremamente realistica e che costituisce la risposta Microsoft alla franchigia NFL di Electronic Arts. NFL Fever 2002 include statistiche aggiornate alla stagione attuale, trentuno squadre e stadi sinteticamente ricostruiti. Amped: Freestyle Snowboarding, di Carl Schnurr al pari di SSX per PlayStation2, è una simulazione di snowboard dotata di un impressionante motore grafico che muove milioni di poligoni al secondo.

Lo scopo è eseguire correttamente funanboliche acrobazie sulla neve, in scenari basati su locazioni sciistiche realmente esistenti. Amped: Freestyle Snowboarding include una sorprendente opzione multiplayer che consente, tra le altre cose, di sfidare gli avversari a palle di neve.

Nel corso della manifestazione, Microsoft ha inoltre confermato l’acquisto di un’altra casa di produzione. Si tratta di Bizarre Creations, l’etichetta di Liverpool che ha prodotto il migliore gioco di corsa per Dreamcast, Metropolis Street Racer, nonché best seller per PlayStation come Formula 1 e Formula 1 ’97 Championship Edition.

Bizarre Creations sta attualmente lavorando a Project Gotham, un gioco di corsa dalle spettacolari soluzioni estetiche che offre scenari urbani come New York, San Francisco, Londa e Tokyo e supporta il gioco simultaneo a quattro giocatori. Venti auto in tutto, possibilità di gareggiare sotto differenti condizioni climatiche e temporali, e oltre trecento tracciati. In altre parole, la risposta di Microsoft al pluri-posticipato Gran Turismo 3 di Sony.

L’acquisto di Bizarre Creations arriva a pochi giorni dall’annuncio di Microsoft relativo al reclutamento di altri sei sviluppatori per Xbox: Blitz Games, Curly Monsters, Double Fine Productions, Radical Entertainment, Vision Scape Interactive e Yeti Interactive. Ora sono ben venticinque le etichette che stanno lavorando a giochi in esclusiva per Xbox, tra cui Oddworld Inhabitants, Lionhead Studios, Stormfront Studios, Pipeworks Software e Universal Interactive Studios.

Tra i primi titoli annunciati dai nuovi sviluppatori figurano MTV Snowboarding (Radical Entertainment), Twisted Metal 3 & 4 (Vision Scape Interactive), NGEN Racing (Curly Monsters) e Chicken Run (Blitz Games).

Uno dei momenti clou dell’evento è stata l’avvincente discussione sul futuro del divertimento elettronico moderata da Jordan Weisman (Microsoft), Tim Schfer (Double Fine) e Lorne Lanning (Oddworld). Tema dell’incontro: i videogiochi diventeranno mai una forma di intrattenimento socialmente accettata dalle masse? Risposta (prevedibile): grazie ad Xbox, lo saranno presto.

Per quanto concerne l’offerta PC, Microsoft ha presentato titoli in fase di sviluppo come Dungeon Siege di Chris Taylor, l’ultima parola nel settore dei giochi di ruolo fantasy; Sigma: The Adventures of Rex Chance di Alex Garden, un ambizioso gioco di strategia in tempo reale che consente di creare nuove specie e Mech Commander2 di Mitch Gitelman, il paradigma del genere dei mech games. Sul fronte delle simulazione, Microsoft ha presentato la versione 2002 di Flight Simulator nonché l’originale Train Simulator.

Xbox rappresenta una scommessa che Microsoft non può permettersi di perdere. Durante la manifestazione, i rappresentanti di Microsoft hanno ribadito che il prezzo di vendita al pubblico della console sarà inferiore ai 400 dollari ipotizzati recentemente dal “New York Times”. La cifra più probabile si aggirerà intorno ai 300 dollari. Ma a questo proposito, alcuni analisti di mercato hanno espresso le loro perplessità sulla riuscita commerciale dell’intera operazione.

Henry Blodget di Merrill Lynch, per esempio, ritiene che il modello economico adottato dall’azienda di Gates richiederà almeno cinque anni prima di dimostrarsi profittevole. Considerando che la vita media di una piattaforma ludica è di un lustro, l’intera operazione Xbox potrebbe costare all’azienda di Redmond qualcosa come 2 miliardi di dollari, che andrebbero ad aggiungersi ai 500 milioni di dollari di investimento in pubblicità.

La tesi sostenuta da Blodget è che Microsoft perderebbe 130 dollari per ogni console venduta. Al che John O’Rourke, direttore del marketing di Xbox, ha replicato che il rapporto di Merrill Lynch non è corretto dato che si basa su dati incompleti. Microsoft ha comunque rifiutato di fornire informazioni precise circa la strategia di vendita di Xbox. E va inoltre ricordato che la stessa Sony, fino ad oggi, ha perso una cifra compresa tra gli 8.000 e i 12.000 yen (150-200 mila lire circa) per ogni PlayStation2 venduta: del resto, i profitti nel settore videoludico derivano dalla vendita del software, non dell’hardware.

Concludendo, dal punto di vista grafico, l’offerta ludica Microsoft è parsa qualitativamente superiore a qualsiasi prodotto visto finora su piattaforme concorrenti. I contenuti, invece, non sono parsi altrettanto rivoluzionari. La console Microsoft ha tutte le carte in regola per riuscire bene sul mercato: specifiche tecniche superiori a quelle delle console rivali, supporto dell’intera comunità ludica mondiale, campagna pubblicitaria miliardaria…

Ma per il verdetto finale, bisognerà aspettare l’Electronic Entertainment Expo di Los Angeles, quando saranno presentati al pubblico in forma giocabile i prodotti delle terze parti, tra cui il nuovo Need For Speed di Electronic Arts, Grand Theft Auto 3 di Rockstar Games e sopratutto i giochi nipponici.

Sony e Nintendo sono avvisate.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.