Home
Il sito olimpico vince

22 Febbraio 2006

Il sito olimpico vince

di

Grazie alla XX Edizione dei Giochi Olimpici invernali di Torino, il sito Web di Torino 2006 è stato il più visitato dagli utenti di Internet

In questo periodo, caratterizzato principalmente dalle tanto attese Olimpiadi invernali di Torino, il sito olimpico di Torino 2006 è stato uno dei più visitati in assoluto e ha toccato mercoledì scorso i 50 milioni di contatti. Il curling, invece lo sport più “cliccato”.

Sono state infatti quasi 60 milioni le pagine visitate e più di 2 milioni il numero di utenti unici. Numeri, questi, che indicano un aumento rispetto alle visite dei giochi di Salt Lake City nel 2002 (+83,1%) e di Atene (+14,75%) nel 2004.

Internet è dunque ormai, e già si sapeva, un mezzo di comunicazione efficace e veloce, spesso preferito alla televisione, come in alcuni paesi esteri in cui il numero di spettatori televisivi era in netta diminizione. I russi sono in testa con il 12,7%, a seguire i canadesi con l´8,5% e in terza posizione gli italiani con il 7%.

Ma cosa ha determinato il successo del sito? Secondo il parere dello stesso curatore, Luca Rolandi, a portare a un così alto numero di visite e quindi al successo del sito olimpico, “è l’accuratezza del commento tecnico fatto da 15 esperti di sport invernali. Siamo stati i primi ad accaparrarci Renato Negro, allenatore di curling, che è stato poi richiesto anche dalla Rai per commentare le partite in diretta televisiva”.

Ma non solo. Il successo dipende anche dalla facilità di navigazione, data da una maggiore rapidità di ricerca delle pagine e dall´aggiornamento costante del sito stesso.

Infine, altro elemento importante che ha portato tanta visibilità al sito olimpico è stato il considerare l´eterogeneità dell´utenza, non dando, quindi, maggiore spazio a una medaglia vinta da un atleta italiano per il fatto di gareggiare in Italia ed essere italiani, per essere imparziali e trattare allo stesso modo tutti gli sportivi con le relative vittorie.

Benché la redazione si scioglierà il giorno dopo la fine della XX Edizione delle Olimpiadi invernali, dopo cinque anni di lavoro, le pagine resteranno online fino al 31 agosto, poi il database e tutte le informazioni saranno inglobati nel sito del Comitato Olimpico internazionale.

Per quanto riguarda la copertura televisiva, nei primi cinque giorni le Olimpiadi hanno dominato gli ascolti in Europa, in particolare in Italia. In Giappone, Cina e USA sono stati registrato dati consistenti di ascolti, malgrado la differenza di fuso orario. Domenica scorsa, in Italia, invece, la medaglia d’oro nello slittino di Armin Zoeggeler ha attirato 5,5 milioni di telespettatori.

Intanto, sia gli appasionati dei giochi sia coloro che soltanto in questi giorni ne hanno scoperto il fascino, hanno ancora alcuni giorni per godersi dal vivo, per mezzo del PC o della televisione, lo spettacolo tanto atteso.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.