Home
Il sindaco di un comune francese celebra il primo cybermatrimonio

11 Aprile 2002

Il sindaco di un comune francese celebra il primo cybermatrimonio

di

Gli sposi e i loro testimoni hanno sottoscritto i registri dello stato civile con firma digitale. Una copia dell'atto di matrimonio potrà essere inviata agli interessati tramite e-mail

Il 23 marzo 2002, Andrè Santini, sindaco di Issy-les-Moulineaux, un comune dell’Hauts-de-Seine, ha celebrato il primo matrimonio elettronico francese.

Dopo la cerimonia il sindaco ha, infatti, invitato i neosposi e i loro testimoni a sottoscrivere i registri del comune, in versione elettronica, sulla pagina riservata del sito Web di Issy-les-Moulineaux, utilizzando le loro chiavi USB, contenenti i certificati per la firma elettronica.

Il cybermatrimonio è stato, perciò, convalidato elettronicamente, dopo che tutti gli interessati hanno inserito la loro chiave nel computer che ha verificato le relative password digitate sulla tastiera.

Il primo matrimonio elettronico francese – che ha assicurato al sindaco di Issy-les-Moulineaux, innanzitutto, una certa dose di pubblicità – si inserisce, insieme ad altre iniziative, in un più ampio progetto di informatizzazione delle procedure amministrative, che non interessa solo la Francia, ma tutta l’Unione europea.

Per il momento, comunque, il vantaggio più consistente di questo tipo di cerimonia è rappresentato dalla possibilità per gli sposi di ricevere via e-mail una copia del loro atto di matrimonio.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.