Home
Il Parlamento europeo propone di creare il .kid

09 Settembre 2005

Il Parlamento europeo propone di creare il .kid

di

Per proteggere i bambini dalle molte insidie presenti su Internet, l'assemblea chiede all'Unione europea la creazione di un nome di dominio sicuro e controllato da un'autorità indipendente

I parlamentari europei si preoccupano dell’infanzia in Rete, suggeriscono così alla Commissione di Bruxelles la creazione di un numero telefonico europeo destinato a ricevere i reclami che riguardano siti “pregiudizievoli” e a informare gli utenti sulle possibilità di filtro applicabili a Internet.

Inoltre, il Parlamento europeo raccomanda la creazione di un nome di dominio sicuro e riservato ai bambini, il “.kid”, controllato da un’autorità indipendente e appositamente istituita.

Infine, da un punto di vista pedagogico, gli europarlamentari raccomandano, oltre alla formazione e alla sensibilizzazione del corpo insegnanti, l’utilizzo su vasta scala di un insegnamento specifico di Internet fin dalla più giovane età e il moltiplicarsi di campagne d’informazione che spieghino come filtrare le e-mail e i messaggi di chat e forum non richiesti o dai contenuti offensivi.

In Italia, da qualche anno, è già attivo il Comitato Internet e Minori, Comitato di Garanzia per l’attuazione del Codice di Autoregolamentazione Internet e Minori nominato dal Ministero delle Comunicazioni il 18 Febbraio 2004. Questo è l’organo nazionale competente per supportare gli Internet Service Provider nell’adozione del codice di autoregolamentazione, per raccogliere le segnalazioni degli utenti della rete in merito alla violazione del suddetto codice e promuovere azioni di sensibilizzazione sul tema della protezione dei minori in Rete.

E alla fine, nella discussione in atto vengono coinvolti, ovviamente, gli Internet Service Provider (ISP) e i genitori. Il controllo sugli accessi Internet domestici da parte di questi ultimi, infatti, diventa un servizio commerciale per gli ISP.

Se alcuni provider propongono un controllo preinstallato e compreso, senza spese supplementari in tutti i forfait, la maggior parte di loro ha invece scelto di inserire questa funzione fra le opzioni a pagamento.

Tra i servizi gratuiti, compresi nel canone, c’è l’offerta Wind-Libero “Filtro Famiglia”. Un servizio Wind di parental control che riesce, utilizzando i filtri, a selezionare e escludere la visione di contenuti indesiderati, permettendo una navigazione protetta soprattutto per i minori. Il servizio è riservato e offerto gratis e in esclusiva, fino a metà settembre 2005, a chi sottoscrive o ha sottoscritto Libero ADSL e Libero Affari ADSL.

Filtro Famiglia blocca l’accesso a siti Internet che trattano argomenti come:

  • Droga
  • Pornografia
  • Violenza
  • Gioco d’azzardo
  • Crimine
  • Razzismo
  • Occultismo

Tra quelli a pagamento, invece, troviamo Alice, che propone un controllo da parte dei genitori a due euro al mese. Si tratta di Alice Family, opzione che permette ai bambini di utilizzare Internet in modo più sicuro, offrendo ai genitori la possibilità di controllare e inibire l’accesso a siti Web che si ritengono sconvenienti o inadatti ai ragazzi.

Per tre euro al mese anche Tiscali offre il Parental Control, un filtro italiano contro la visualizzazione di siti non adatti ai minori il cui funzionamento è basato su un database, costantemente aggiornato, in cui sono registrati oltre 3 milioni di siti “da evitare”.

Oltre alle specifiche tecnologie di protezione per l’impiego di Internet, esistono anche siti concepiti appositamente per i bambini, portali dal contenuto interamente sicuro.

Se, in materia di parental control, la gratuità costituisce l’eccezione che conferma la regola, gli introiti finanziari derivanti dalla commercializzazione di questo tipo di servizio non sembrano comunque molto importanti. Si tratta, almeno al momento, di un mercato non ancora significativo, con una diffusione che non supera alcune migliaia di famiglie. Un numero destinato a non svilupparsi troppo, nel caso della creazione di nomi di dominio riservati all’infanzia online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.