Home
Il mio libro per un ebook

19 Settembre 2013

Il mio libro per un ebook

di

Non si arresta la tendenza alla dematerializzazione aggressiva del libro. Fino a prevedere l'effetto più che retroattivo.

Era il 19 novembre 2007 quando John Gruber si augurava sul proprio blog Daring Fireball che Kindle avesse vita breve o se non altro un successo limitato, per via delle limitazioni che imponeva al concetto di libro elettronico.

Kindle del 2007 accettava pressoché unicamente il formato proprietario di ebook di Amazon e oltretutto imponeva sugli ebook stessi una protezione anticopia che rendeva impossibile la condivisione, il prestito, la rivendita come usato, tutte le varianti del ciclo di vita del libro che esistono da quando esiste una industria editoriale.

Il punto di non ritorno per Gruber – che distingueva in negativo Kindle da altre piattaforme come l’accoppiata di iPod e iTunes – era l’impossibilità di riempire eventualmente il lettore con altri formati; iTunes vendeva al tempo solo musica protetta, ma niente impediva al possessore di un iPod di acquistare esattamente zero brani dal negozio Apple e riempire l’apparecchio con musica proveniente dai propri CD, dalla raccolta di un amico, dalle reti P2P o altro. La sua chiusa era senza appello:

Questo è dunque il concetto di Kindle: si paga per scaricare libri che non si possono stampare, non si possono condividere e non si possono guardare su apparecchi diversi dal lettore da 400 dollari di Amazon; che poi restino minimamente leggibili in futuro, è a totale discrezione di Amazon. Non è il modo per crearsi una biblioteca.

L’idea di Gruber era diversa: agganciare ciascun ebook al suo omologo di carta. Offrire ai clienti di Amazon la versione elettronica dei libri di carta presso Amazon acquistati e magari, volendo essere davvero aggressivi come notava l’autore, proporre l’ebook per qualunque libro comprato su Amazon, anche nel passato.

È precisamente ciò che avverrà dal mese prossimo, a prezzi di acquisto per il libro virtuale tra zero e 2,99 dollari, su una rosa iniziale di diecimila titoli che risalgono nel tempo fino al 1995. Questo il commento di Russ Grandinetti, vice president of Kindle content per Amazon:

Se vi siete collegati al vostro account CompuServe durante l’amministrazione Clinton e avete comprato un libro come Men Are from Mars, Women Are from Venus da Amazon, Kindle MatchBook permette a quell’acquisto – 18 anni dopo – di venire aggiunto alla vostra biblioteca Kindle a un costo molto basso.

Ancora una volta di Amazon impressiona meno la forza d’urto finanziaria o logistica, che la velocità di pensiero e di esecuzione.

L'autore

  • Lucio Bragagnolo
    Lucio Bragagnolo è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa di mondo Apple, informatica e nuove tecnologie con entusiasmo crescente. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia e Nive.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.