Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Il dipartimento di Stato preoccupato per gli attacchi informatici in tempo di guerra

26 Marzo 2003

Il dipartimento di Stato preoccupato per gli attacchi informatici in tempo di guerra

di

Allarmato rapporto del dipartimento di Stato americano alle multinazionali: da quando è iniziata la guerra contro l’Iraq, si è registrata una vera e propria”ondata di attacchi digitali”.

“Questi attacchi provocano disturbi, per il vandalismo ai portali commerciali e ai computer appartenenti a società – descrive il rapporto del dipartimento di Stato – Sono sotto mira anche sistemi informatici governativi e militari, ma in misura minore”.

Gli attacchi sono attribuiti, secondo quanto riporta il documento, a “pirati indipendenti che vogliono far passare il loro messaggio”, sia a favore, sia contro le azioni di guerra degli Stati Uniti. Insomma, sia la protesta che l’appoggio disturbano.

Il rapporto indica anche da dove – geograficamente – arrivano gli attacchi: Indonesia, Malesia, Marocco, Pakistan, Egitto, Arabia saudita, Turchia, Francia, Brasile e Messico, oltre a paesi dell’Est europeo.

Queste azioni di disturbo, secondo il dipartimento di Stato, hanno un notevole costo economico, soprattutto le interruzioni dei servizi di aiuto al consumatore e di posta elettronica, l’invio di virus e il furto di dati, in paricolare bancari.

Anche alcune società specializzate parlano di un aumento di azioni di pirateria che, però, una grossa azienda come Symantec non ha notato.
Secondo F-secure, una nota società di sicurezza informatica, i pirati si possono classificare in tre categorie: alcuni sono patrioti americani che trovano in questo modo l’opportunità di aggiungersi allo sforzo bellico (?), altri sono gruppi musulmani estremisti che mirano a siti americani, soprattutto militari, altri ancora sono pacifisti.

Ce n’è per tutti i gusti.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.