Home
Il cybercrimine paga

12 Dicembre 2000

Il cybercrimine paga

di

La maggior parte delle frodi commesse su Internet hanno forti possibilità di rimanere impunite. Lo affermano due studi pubblicati negli Stati Uniti.

La maggior parte delle frodi commesse su Internet hanno forti possibilità di rimanere impunite. Lo affermano due studi pubblicati negli Stati Uniti.

“I delinquenti oggi su Internet non hanno bisogno di attaccare le banche – afferma Richard Hunter, un responsabile del Gartner Group che ha realizzato uno degli studi – Con le tecnologie oggi disponibili, possono molto facilmente derubare migliaia di individui con meno possibilità di essere perseguiti”.

Gartner Group, consulente delle Nazioni Uniti per i crimini e delitti commessi su Internet, prende spunto dalla situazione negli Stati Uniti per sottolineare la situazione simile al “Far West” che regna su Internet.

La quasi totalità del budget americano a disposizione per la lotta contro i delitti commessi sulla Rete è destinato a 300 inquirenti, che non rappresentano che lo 0,1 % del numero totale degli ispettori federali negli Stati Uniti.

Secondo un altro studio realizzato dalla McConnell International, un ente di Washington, 33 dei 52 paesi che sono stati presi in considerazione non hanno leggi per lottare contro i crimini informatici (tra questi, l’Italia).

Gartner Group afferma che i fondi destinati alla formazione e alle missioni degli ispettori incaricati sul “cybercrimine”, non rappresenta che l’1 % del bilancio totale dedicato alla polizia federale fino al 2004 mentre, secondo le previsioni, i delitti commessi su Internet dovrebbero aumentare del 1.000 % nei prossimi quattro anni.

Tuttavia, questi tipi di studi sono suscettibili di “interessamento” da parte di alcune lobby (amministrazione federale, imprese di sicurezza informatica, per citarne alcune) che hanno tutto l’interesse a veder sviluppare questo settore della lotta contro i reati informatici.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.