ULTIMI 3 POSTI

Corso LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
IBM accusata di appropriazione indebita e concorrenza sleale

21 Marzo 2003

IBM accusata di appropriazione indebita e concorrenza sleale

di

SCO ha promosso un'azione legale del valore di 1 miliardo di dollari nei confronti di IBM, per appropriazione indebita di segreti industriali, ingerenze lesive, concorrenza sleale e violazione contrattuali

Il 7 marzo scorso, SCO – azienda proprietaria del sistema operativo UNIX – ha reso noto di aver intentato un’azione legale contro IBM, per appropriazione indebita di segreti industriali, ingerenze lesive, concorrenza sleale e violazione dei termini contrattuali.

In particolare, SCO ha accusato IBM di aver posto in essere comportamenti sleali volti a distruggere il valore economico di UNIX – e, in particolare, di UNIX per la piattaforma Intel – promuovendo il proprio nuovo business nell’area dei servizi Linux.

A titolo di risarcimento del pregiudizio subito da SCO sul mercato, i difensori della società richiedono alla Corte di Stato dello Utah un risarcimento danni non inferiore a 1 miliardo di dollari e la cessazione da parte di IBM delle pratiche di concorrenza sleale.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.