REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
I lavoratori spagnoli possono ricevere e-mail sindacali sul posto di lavoro

09 Marzo 2001

I lavoratori spagnoli possono ricevere e-mail sindacali sul posto di lavoro

di

Con una sentenza del 6 febbraio 2001, il supremo organo giurisdizionale spagnolo, la Audiencia Nacional, ha affermato un principio destinato a modificare sensibilmente gli abituali rapporti tra sindacati e imprese: i sindacati hanno il diritto di inviare comunicazioni ai loro iscritti sul posto di lavoro, utilizzando gli indirizzi di posta elettronica.

La decisione chiude una vicenda che risale al febbraio 2000, quando la federazione bancari (Comfia) del sindacato CCOO (Comisiones Obreras) aveva intentato una causa contro uno dei più grandi gruppi bancari spagnoli, la BBVA (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria), i cui dirigenti avevano fatto installare un filtro che impediva a tutte le comunicazioni elettroniche provenienti dal server della Comfia di arrivare agli indirizzi di posta della BBVA.

La Corte non ha ritenuto fondate le argomentazioni difensive della banca, nelle quali si sosteneva che i messaggi sindacali venivano inviati in misura eccessiva e tale da rallentare la velocità del server dell’azienda, fino a causarne, in un’occasione, il mancato funzionamento. Ha, invece, affermato il diritto delle organizzazioni sindacali di diffondere informazioni d’interesse sindacale ai loro iscritti, direttamente via e-mail sul loro posto di lavoro.

Per il sindacato la “storica” decisione costituisce il riconoscimento della necessaria evoluzione del diritto del lavoro, in conseguenza del sempre maggior utilizzo delle nuove tecnologie.

Sul sito http://www.comfia.net è possibile leggere il testo della sentenza, il comunicato stampa diffuso dalla Comfia e un’ampia rassegna stampa.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.