Home
I cristiani metodisti britannici pregano online

13 Maggio 2004

I cristiani metodisti britannici pregano online

di

Preghiere, messe e questua online, il tutto in 3D. I cristiani della Gran Bretagna possono ormai pregare su Internet, collegati con altri fedeli, e il tutto avviene in tre dimensioni

Il vescovo di Londra Richard Chartres ha pronunciato il sermone inaugurale della “Chiesa dei Matti” (“Church of Fools”) attraverso un fumetto pubblicato sul sito Shipoffools.com.

Una ventina di credenti si è immedesimata in un personaggio animato per assistere alla prima funzione online della chiesa metodista, che spiega di avere scelto volontariamente e accuratamente la sua denominazione per evitare di apparire pomposi.

“Nessuno aveva mai realizzato una chiesa del genere. Una chiesa online a cui ci si può collegare in ogni momento per inginocchiarsi, cantare dei cantici o assistere a una funzione”, ha spiegato Stephen Goddard uno dei responsabili del sito.

I fedeli, una volta connessi, possono muoversi all’interno della chiesa, scendere nella cripta, discutere tra loro e contribuire alla questua tramite il cellulare.

Il sito supporta fino a venticinque credenti collegati contemporaneamente. Ma sono un massimo di 500 le “anime” anonime, gli utenti non registrati, che possono accedere alla struttura virtuale tridimensionale.

La chiesa virtuale è l’ultima iniziativa in ordine di tempo dei cristiani inglesi, decisamente impegnati nell’arduo compito di portare al medesimo livello religione e modernità. L’anno scorso, ad esempio, era stata inaugurata una chiesa gonfiabile. Organo e pulpito in vinile compresi.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.