FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
I campioni nella Rete

12 Luglio 2006

I campioni nella Rete

di

Quel che si dice in Rete. La tecnologia cambia anche i mondiali di calcio. Stumbleupon, navigare a caso. Un corpo da un milione di dollari. Creative Commons e Microsoft, è tutto oro quello che luccica?

I campioni e la tecnologia. I mondiali sono finiti bene, per l’Italia. L’ultima partita ha ancora una volta dimostrato che il nostro modo di vivere la manifestazione sportiva è cambiato con le nuove tecnologie. E così, mentre Scene Digitali osserva una maggiore collettivizzazione dell’evento, gli strani comportamenti dovuti ai famosi tre secondi di scarto del satellite Sky e le chiamate di gruppo via Skype, Pandemia fa notare come lo sconsiderato gesto di Zidane abbia fatto il giro del mondo e dei servizi di condivisione video come Youtube. Ilmac.net non manca di rilevare come l’iPod sia stato il grande protagonista sui campi tedeschi.

La navigazione casuale. Lo Schiaccianoci segnala Stumbleupon, un’estensione per Firefox che permette di sfruttare appieno la serendipità della Rete. Attraverso un sistema di segnalazioni degli utenti, l’estensione può dirigerci verso un sito casuale che potrebbe interessarci.

The Million Dollar Body. L’idea di The Million Dollar Homepage, nella quale si vendevano spazi pubblicitari di 10×10 pixel, ha fatto strada. Ninjamarketing ci racconta di un giovane che mette a disposizione il suo corpo: con mille dollari un’azienda potrà tatuarne un centimetro con il suo logo.

I problemi di Creative Commons. Stefano Maffulli commenta criticamente la decisione di Microsoft di aprirsi alle licenze copyleft ideate da Lawrence Lessig. Una licenza aperta veicolata da un formato chiuso è, secondo Stefano,una contraddizione che lascia intravvedere un futuro non roseo per Creative Commons.

Email mai per le cattive notizie. Paolo Valdemarin commenta un pezzo di Robert Scoble sulle email. Secondo Robert, per sua natura la posta elettronica è inadatta a veicolare un certo tipo di messaggi. Paolo si chiede se non sia ora di comprendere la natura dei nuovi mezzi di comunicazione, ed imparare davvero ad utilizzarli.

Creatività due punto zero. Cambrian House si propone di mettere in contatto ideatori di social software con qualcuno che possa realizzare le loro idee. Ma come scegliere quelle davvero buone? Cristian Contini spiega come in questo processo intervenga direttamente il pubblico, protagonista di una selezione naturale molto darwiniana.

Project Manager Online. Jtheo ha provato activeCollab, un software per la gestione dei progetti basato su Basecamp, e ci racconta le sue impressioni.

Di traghetti e di mediazioni. Alberto Mucignat parla delle sue disavventure per prenotare un traghetto, e rileva una gestione non al passo con i tempi dell’agenzia di viaggi. Senza valore aggiunto, oggi, è più comodo saltare l’intermediario e prenotare direttamente in Rete.

Trovare parcheggio negli States. Enrico Sola su SmartLab segnala un’applicazione web molto utile per chi non è fortunato nella ricerca di parcheggio: Spotscout permette ai proprietari di posti auto di segnalarne la disponibilità in detrminati periodi dell’anno.

Etch a sketch. Ricordate quelle lavagne nelle quali attraverso due cursori si guidava una traccia? Freethoughts ha scoperto che un artista realizza quadri meravigliosi utilizzando proprio questo semplice strumento.

Kool IM. Giovy segnala un tool utile per chi volesse utilizzare diversi sistemi di Instant Messenger senza installare client. Kool IM funziona interamente via web, senza installazioni di sorta.

Un parere su People Aggregator. People Aggregator è un progetto di aggregazione sociale sul web nato da una collaborazione tra sviluppatori di diverse nazioni, che hanno lavorato interamente a distanza. Fabio Giglietto lo ha provato e racconta la sua esperienza.

L’appetito vien navigando. ICTBlog segnala un gadget molto utile per i programmatori in crunch time. Si tratta di un vassoio per il cibo da posizionare sopra la tastiera, così da poter continuare a lavorare anche quando si ha fame.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.