RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Hacker europei penetrano la Library of Congress

19 Gennaio 2000

Hacker europei penetrano la Library of Congress

di

Tempi felici o tenebrosi, dipende dai punti di vista, per gli attacchi degli “hacker” nei maggiori ambiti virtuali del governo USA. Sul finire dello scorso anno si sono avute numerose intrusioni nei siti più importanti, dal Senato all’Esercito, dall’FBI alla Casa Bianca. Per non parlare delle recenti appropriazioni indebite di ampi database contenenti numeri di carte di credito in aziende private. Ora tocca addirittura al celebre sito della Library of Congress, Thomas. Così chiamato in onore del presidente Thomas Jefferson, il sito è assai popolare tra professionisti e comuni cittadini soprattutto perché offre dati aggiornati su ogni proposta di legge in circolazione nella aule del parlamento.

Gli intrusori hanno lasciato messaggi vantandosi di essere “quattro hacker di un piccolo paese europeo”, modificandola pagina iniziale di Thomas con la dicitura: ”U.S. Congress Web site – defeated!”. Nelle altre pagine alterate sono stati anche inseriti i comandi utilizzati per ottenere accesso e penetrare nel sistema informatico governativo. Immediate e pressanti le richieste, in ogni ambito, per l’attivazione di sistemi di sicurezza più adeguati a protezione dei sistemi governativi più importanti. Una sicurezza che secondo alcuni recentemente è stata allentata per occuparsi invece di aggiustamenti inerenti i temuti problemi del “millennium bug”.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.