OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Gulp! Videogame in TV

07 Agosto 2000

Gulp! Videogame in TV

di

Mentre le televisioni mondiali fanno a gara a proporre programmi che inseguono il realismo a tutti i costi - da Survivor a Big Brother, passando per Real TV - la BBC scommette sull'iper-realismo grafico dei videogames.

Videogiochi in prime time? Sembrerebbe proprio di sì. La BBC2 punta su Bleeding Thumbs (letteralmente “Pollici sanguinanti”), uno show interamente dedicato al divertimento elettronico che sarà trasmesso ogni venerdì sera alle 18.30 a partire da settembre.

Televisione interattiva? Non proprio. Si tratta piuttosto di un programma basato su competizioni a carattere videoludico. Ad ogni puntata, due squadre – capitanate da altrettante celebrità –Computer and Video Games ha indicato l’ex Spice Girl Geri Halliwell come una delle probabili candidate- si confronteranno su una serie di videogiochi. Le gare saranno suddivise in varie categorie: New (titoli appena pubblicati), Retro (classici del passato) e Physical (prova di abilità).

Ma il pezzo forte dello show sarà la modalità “Capture the flag” – e non il più cruento deathmatch come erroneamente riportato da altri siti – del popolare sparatutto in soggettiva Unreal Tournament. Otto giocatori si affronteranno simultaneamente nelle arene virtuali, tentando di recuperare una bandiera ed impedire che cada nelle mani degli avversari. I vincitori si porteranno a casa un premio in denaro

L’engine originale del gioco sviluppato da Epic Software sarà modificato al fine di ridimensionare il livello di violenza. Nella fattispecie, saranno eliminate alcune delle armi più devastanti, come le pistole ad elevato calibro e i fucili ad alta precisione. L’immagine del volto dei giocatori verrà digitalizzata ed inserita all’interno degli scenari tridimensionali. I telespettatori potranno seguire l’azione grazie alle numerose telecamere presenti in studio.

Il produttore, John Riley, è convinto che la formula riscuoterà un grande successo: “I videogiochi rappresentano una delle forme di intrattenimento più popolari oggi in Gran Bretagna – ha commentato Riley – e sono un contenuto perfetto per un medium come la televisione“.

Bleeding Thumbs è solo l’ultimo di una lunga lista di programmi basati sui videogames – vedi Bits (Channel4) e Cybernet (ITV) e Gameworld (SkyOne) – ma è il primo ad occupare una posizione di primaria importanza nei palinsesti delle televisioni inglesi. E negli Stati Uniti, intanto, c’è grande attesa per la serie di documentari dedicati alla storia del divertimento elettronico presentata da J.C. Herz, che debutterà in autunno sulla PBS.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.