RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Guerra di cifre tra Microsoft e Nintendo

05 Dicembre 2001

Guerra di cifre tra Microsoft e Nintendo

di

Chi sta vincendo la guerra del divertimento elettronico?

La guerra videoludica prosegue negli Stati Uniti senza esclusione di colpi. A due settimane dall’introduzione di due nuove piattaforme – Xbox di Microsoft e GameCube di Nintendo – si fanno i primi bilanci. Stando a Credit Suisse First Boston, la prima battaglia è stata vinta da Nintendo. L’azienda giapponese avrebbe, infatti, commercializzato circa 740.000 console sul territorio americano, delle quali 569.000 nella prima settimana di vendita.

Anche Sony aveva commercializzato circa 500.000 PlayStation2 nella prima settimana di lancio, ma non era stata in grado di rifornire i negozi per le tre settimane successive. Nintendo, invece, ha provveduto a commercializzare 125.000 unità extra già nella seconda settimana, per fare fronte al tutto esaurito. A queste vanno aggiunti circa 810.000 giochi. Il best seller assoluto è Luigi’s Mansion , che ha totalizzato oltre 257.000 pezzi e ha battuto il record precedente di Super Mario 64 . Entro la fine dell’anno, Nintendo prevede di portare a 22 il parco ludico GameCube.

Sempre secondo Credit Suisse First Boston, Microsoft avrebbe invece venduto circa 556,000 Xbox in due settimane, delle quali 370,000 nella prima e 186,000 nel periodo di lancio di Gamecube. Microsoft punta a commercializzare un numero di console compreso tra il milione ed il milione e mezzo negli Stati Uniti entro la fine dell’anno. Per quanto concerne il mercato europeo, Microsoft ha reso noto che prevede di vendere almeno 1.5 milioni di console entro tre mesi dalla commercializzazione, prevista per il 14 marzo prossimo. Sul fronte ludico, le prime cifre parlano di 1.32 milioni di giochi venduti in sole due settimane (810.000 nella prima e 520,000 la seconda). Il best seller Xbox è Halo , che ha sfondato il tetto delle 270,000 unità vendute. La proporzione è di 2.4 giochi venduti per ogni Xbox. Tecmo ha reso noto che ha distribuito circa 300,000 copie di Dead or Alive 3 negli Stati Uniti. L’episodio precedente, disponibile per PlayStation2 e Dreamcast, ha venduto oltre 1.5 milioni di pezzi in tutto il mondo.

Ma se Microsoft e Nintendo si rallegrano per i risultati ottenuti, Sony può gioire. Nelle ultime due settimane di Novembre, le vendite di software PlayStation2 sono cresciute dell’83%, grazie anche all’introduzione dell’attesissimo Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty , che ha venduto qualcosa come 360,000 pezzi in una settimana (Konami ha distribuito quasi 2 milioni di copie del gioco). Se il segmento PlayStation2 appare in forte crescita, non va dimenticato che il vero mattatore è stato, ancora una volta, Nintendo Game Boy. La piccola console Nintendo ha fatto registrate un aumento delle vendite del 331% rispetto alla settimana precedente per quanto concerne la versione Color e del 157% per la versione Advance.

David Cole, presidente dell’agenzia di ricerca di mercato DFC Intelligence, prevede un installato di 60 milioni di console a 128-bit entro il 2005. Inoltre, sempre secondo Cole, i fatturati derivanti dall’industria dei video games raggiungeranno l’impressionante cifra di 12 milioni di dollari entro il 2003, con una crescita del 50% rispetto al 2001. Stando a Cole, la regina del mercato dei video games del prossimo triennio sarà PlayStation2, mentre non è chiaro chi la spunterà tra Microsoft e Nintendo.

Intanto, con una mossa a sorpresa, Sega ha annunciato che riprenderà la produzione di Dreamcast, la console a 128-bit la cui produzione era stata interrotta lo scorso marzo. L’azienda nipponica ha reso noto che le prime unità saranno disponibili tra febbraio o marzo del 2002, in contemporanea con l’introduzione in Giappone di Xbox. Il (ri)lancio di Dreamcast riguarderà per il momento il solo territorio nipponico.

Il mercato dei video games appare dunque in pieno boom. L’ultima conferma arriva da Lycos. La società americana, proprietaria dell’omonimo motore di ricerca, ha reso noto che la classifica dei 50 giocattoli più richiesti per Natale, i videogiochi dominano incontrastati. Nella settimana che si è conclusa il 24 novembre scorso, Xbox, GameCube e PlayStation 2 occupavano le prime tre posizioni, mentre Game Boy Advance la sesta.

Il divertimento, ormai, è solo elettronico.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.