Home
Greenpeace piazza una webcam sottomarina e l’azienda gli taglia il cavo

29 Giugno 2000

Greenpeace piazza una webcam sottomarina e l’azienda gli taglia il cavo

di

Il caso della webcam installata da Greenpeace presso una fabbrica di trattamento di scorie nucleari ha un seguito: il cavo di collegamento è stato "involontariamente tagliato"

Un gruppo della Cogema, importante impresa di prodotti e servizi legati all’energia nucleare, ha effettuato ieri un’uscita in mare, all’estremità della canalizzazione de La Hague, quando “l’imbarcazione a bordo della quale si trovavano i sommozzatori ha involontariamente tagliato il cavo d’alimentazione della webcam di Greenpeace piazzata sotto la superficie dell’oceano e senza che ci fosse alcuna segnalazione all’attenzione dei navigatori”, secondo il comunicato dell’azienda.

“Cade particolarmente male, perché è facile per gli altri accusarci di averlo fatto volontariamente, ma siamo veramente desolati”, ha dichiarato Jacques Emmanuel Saulnier, portavoce della Cogema.

La webcam era stata piazzata da Greenpeace e riprendeva il canale sottomarino di scarico dell’azienda.
Sul suo sito Greenpeace continua a tenere la pagina dove, al posto delle immagini, c’è un comunicato sull’accaduto.

“Un cavo nell’elica di un battello, può essere molto pericoloso”. “Se le cose fossero state fatte nei modi consoni, se almeno avessero segnalato la presenza del cavo, non si sarebbe arrivati a questo” ha spiegato Saulnier, ricordando che la webcam era stata posata illegalmente.

I sommozzatori di Greenpeace avevano installato lunedì questa camera sottomarina che filmava l’estremità di un canale di rigetto delle acque reflue dell’azienda Cogema, a 1,7 km dalle coste e a 30 metri di profondità, secondo l’organizzazione.

Queste immagini erano state diffuse in tempo reale sul sito Web di Greenpeace.

Greenpeace aveva intenzione di mostrare queste riprese ai partecipanti alla conferenza OSPAR (Oslo-Parigi), che si svolgerà da lunedì a venerdì a Copenaghen e riunisce i paesi che hanno siglato un trattato che stabilisce l’obbligo giuridico di prendere misure necessarie per evitare la polluzione in mare.

Il sito di Greenpeace con le immagini all’indirizzo http://www.greenpeace.fr

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.