Home
Google si accorda con AOL

22 Dicembre 2005

Google si accorda con AOL

di

Ormai vicina l’ufficializzazione dell’accordo tra il motore di ricerca e AOL per l’acquisto del 5% del provider americano

Dopo un anno di trattative sembra ormai raggiunto l’accordo tra Google e AOL. La società di Mountain View acquisterà il 5% del provider americano, per una cifra pari a un miliardo di dollari.

Con questo accordo Google vince su Microsoft nella trattativa d’acquisizione e crea un’alleanza che potrebbe essere molto strategica per il futuro della due società.

In primo luogo si difende dalla società di Bill Gates, che se avesse partecipato AOL avrebbe indebolito Google e fatto un passo in avanti nel mondo della ricerca sul Web.

Oltre a ciò, la società di Mountain View aumenta e consolida le sue fonti di ricavo pubblicitario.

AOL è il primo provider americano e sta lanciando la TV tramite Internet. Conta più di 20 milioni d’abbonati.

Grazie a quest’alleanza Google sarà ufficialmente il motore di ricerca di AOL, presente in tutte le sue pagine, diventando parte integrante dei servizi del portale.

Nei risultati sponsorizzati di Google comparirà uno spazio riservato ai contenuti di AOL, attinenti con le ricerche effettuate dagli utenti. In particolare, il provider si propone di distribuire contenuti televisivi attraverso queste bacheche preferenziali.

Secondo alcuni questa politica potrebbe dare un forte impulso all’informazione auto-prodotta dagli utenti, che già inviano a Google quotidianamente i propri video.

Sicuramente le sinergie commerciali fra le due realtà sono molte e vedremo come si svilupperanno in futuro.

In tutto questo fermento Yahoo! ha preso le distanze e, già da tempo, si era allontanata dalle trattative.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.