REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
Gli italiani promuovo PayPal e Poste Pay

27 Luglio 2006

Gli italiani promuovo PayPal e Poste Pay

di

CartaSì continua a dominare nel finance online, ma PayPal e Poste Pay hanno registrato il maggior tasso di penetrazione

DigitalFinance, il monitoraggio trimestrale sul finance online realizzato da Nielsen/NetRatings e CommStrategy, ha rilevato in Italia un notevole incremento delle operazioni effettuate con le soluzioni PayPal e Poste Pay. CartaSì, leader italiana del carte di credito, ha visto aumentare in maniera consistente il traffico sul suo sito ma senza raggiungere il rate dei competitor diretti. In un anno il traffico di PayPal è aumentato fino a raggiungere quello di CartaSì. Gli utenti unici di Pay Pal sono passati da 800.000, nel secondo trimestre del 2005, a 1,3 milioni nel primo trimestre del 2006, con un incremento pari al 67%.

Tra il secondo trimestre del 2005 e il primo trimestre del 2006, poi, gli utenti che hanno avuto accesso alle aree riservate di Poste Pay (dove si usufruisce dei servizi informativi e/o di ricarica) sono passati da 580 a 890 mila (+53%). Nel primo trimestre del 2006, gli utenti unici del sito CartaSì, sono stati 1,3 milioni, il 18% in più rispetto al secondo trimestre dell’anno precedente. La crescita del finance online va di pari passo con lo sviluppo dell’e-commerce. La diffusione della banda larga e le offerte commerciali degli e-tailer, stanno stimolando gli utenti a utilizzare sempre più i servizi di pagamento online. Le campagne di informazione sulla sicurezza condotte dai principali operatori sembrano aver influito positivamente, anche in presenza di fenomeni pervasivi come il phishing.

Nel primo trimestre 2006, infatti, gli utenti che hanno utilizzato il Web sono stati 21,3 milioni, il 60% dei quali volgendo lo sguardo anche all’info-commerce. Nell’ultimo anno l’interesse per i siti di e-commerce è cresciuto: la penetrazione del segmento è passato dal 57% del primo trimestre del 2005 al 66% nello stesso periodo del 2006.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.