Home
Furti di cellulari, confermata l’intesa

18 Gennaio 2002

Furti di cellulari, confermata l’intesa

di

È stata confermata l’intesa tra i quattro gestori italiani sull’implementazione di una blacklist per cellulari. L’accordo e’ stato raggiunto grazie alla collaborazione tra i quattro operatori, che nelle scorse settimane hanno istituito un gruppo di lavoro per realizzare congiuntamente il sistema di blocco. Ogni cliente che dovesse subire un furto o smarrire il proprio cellulare, potra’ cosi’ chiederne il blocco direttamente al proprio gestore con una regolare denuncia. Tale blocco, che si aggiunge a quello del numero telefonico gia’ possibile oggi, verra’ attivato progressivamente sulle reti di tutti e quattro gli operatori attivi in Italia, cosi’ da rendere impossibile l’utilizzo dei terminali rubati su tutto il territorio nazionale, a meno di non cambiare l’IMEI. Il gruppo di lavoro avra’ adesso il compito di rendere operativa l’intesa. Tecnicamente, il codice IMEI (International Mobile Equipment Identity) presente in ogni terminale commercializzato, e’ normalmente abbinato ad una SIM card (Subscriber Identification Module) che contiene il numero telefonico assegnato ad un cliente. Fino ad oggi i cellulari rubati potevano essere facilmente riutilizzati inserendovi una carta SIM diversa dall’originale, che veniva bloccata su richiesta del cliente, con un nuovo numero. “L’iniziativa – sottolinea un comunicato di Tim – e’ volta a scoraggiare il fenomeno dei furti di cellulare, pur se in Italia il fenomeno non e’ mai stato particolarmente dirompente e non ha mai raggiunto i livelli degli altri Paesi europei”. Il maggior gestore italiano sottolinea che “l’iniziativa degli operatori italiani e’ spontanea e, pur comportando rilevanti investimenti, non produce vantaggi economici per i gestori, ma esclusivi benefici per i clienti, e piu’ in generale per la collettivita’, come contributo al contrasto del fenomeno della microcriminalita’.”

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.