Home
Fucked Company: scommettere sulle start-up spacciate

27 Giugno 2000

Fucked Company: scommettere sulle start-up spacciate

di

Un sito americano propone un sistema di scommesse sulle aziende Internet che per prime chiuderanno i battenti. La new economy scopre il cinismo

Gli anglosassoni, si sa, amano scommettere. Mentre per noi italiani l’azzardo è spesso fonte di ansia e a volte di riprovazione morale (non si mettono a repentaglio i propri soldi solo per provare un brivido), inglesi e americani, per quel brivido, sono disposti a correre più di un rischio.

Passione per le scommesse e new economy sono stati i catalizzatori di un’iniziativa che, oltre a far sorridere, mette il dito in una delle piaghe della nuova economia, quella delle start-up a rischio di fallimento. Come ormai tutti i principali osservatori sostengono, la maggior parte delle attuali start-up (Forrester Research dice l’80%) e in particolare i siti Web di commercio elettronico, è destinato a fallire nei prossimi tre anni. In poche parole, alla fine del 2003 il panorama Internet mondiale sarà completamente cambiato. Chi saranno i sopravvissuti e chi, invece, scomparirà, chiuderà i battenti, verrà immolato sull’altare della nuova economia?

Il sito americano Fucked Company (aziende fottute) propone di scommettere proprio su questo, puntando i propri soldi sulle società Internet che falliranno per prime. Se l’azienda prescelta comincia ad inanellare performance negative, si accumulano punti, se il suo bilancio viene depositato, l’attività interrotta e il personale licenziato, si incassa il massimo punteggio disponibile. Semplice e cinico. Per aiutare gli scommettitori, il sito viene aggiornato quotidianamente con notizie sull’andamento del mercato e sulle società stesse.

Per il momento si può scommettere solo su start-up americane o britanniche e non pare ci siano in cantiere iniziative analoghe per il mercato italiano. Peccato, perchè scommettere sul proprio futuro potrebbe essere, anche per gli imprenditori della new economy nazionale, un’occasione da non perdere. Chi ha fondato una start-up e ancora non è sicuro del suo futuro, potrebbe, infatti, scommettere contro se stesso. Se l’azienda cresce, ha successo, perderà volentieri i soldi puntati, se invece fallisce, recupererà, almeno, quelli della vincita. In fondo, le assicurazioni sono nate proprio così: gli armatori scommettevano sul naufragio delle loro navi; se queste tornavano indietro tanto meglio, se affondavano, riscuotevano i soldi della scommessa. L’importante, ovviamente, era scommettere in modo scientifico.

In fondo, a ben guardare, questa potrebbe essere una delle attività meno arrischiate della cosiddetta new economy. Molte start-up, infatti, sembrano autentici azzardi, vere imprese temerarie ben più rischiose di molte oculate e ponderate scommesse.

Fucked Company: http://www.fuckedcompany.com

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.