RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
FreeBSD fa concorrenza a Linux?

14 Settembre 1999

FreeBSD fa concorrenza a Linux?

di

Oramai nel mondo open source (e oltre), è Linux a far notizia. Eppure da anni non poca parte del Web utilizza altri programmi “aperti”. Sono infatti FreeBSD, NetBSD e OpenBSD i sistemi operativi scelti da siti grandi e piccoli, pur se nel silenzio pressoché generale. Tutti e tre i sistemi (basati su Unix) hanno visto la luce alla University of California di Berkeley, grazie a codice scritto da diversi programmatori a cavallo tra gli anni ’70 e 80.

Un recente sondaggio riporta che quasi il 15 per cento di tutti i server Web operanti usano uno di tali sistemi BSD. Yahoo, capo-classifica degli accessi, fa affidamento su FreeBSD per erogare servizi a circa 80 milioni di utenti al mese. Perfino Hotmail, il servizio di posta gratuita di Microsoft, ha scelto FreeBSD anziché Windows NT. E il trend è in crescita continua, anche per questioni riguardanti le licenze di distribuzione. Mentre quelle di Linux impongono la circolazione gratuita di tutte le funzioni del sistema, le licenze di FreeBSD ne consentono l’inclusione anche in prodotti commerciali.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.