Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Facebook si impegna per proteggere i minori

12 Maggio 2008

Facebook si impegna per proteggere i minori

di

Il sito si accorda con le Procure statunitensi e promette una piattaforma più sicura

Facebook ha mantenuto le promesse di qualche mese fa: ha deciso di migliorare i suoi sistemi di tutela della privacy per proteggere i più giovani. Siglando un patto con i Procuratori Generali di 49 stati statunitensi, ha di fatto accettato tutte le richieste per far fronte al problema degli adescamenti illegali. «L’obiettivo è quello di disporre di una Rete sicura», sostiene Chris Kelly, Chief Privacy Officer di Facebook.

La piattaforma, in pratica, implementerà nuove funzioni per la verifica del’età degli utenti online e un sistema di alert per proteggere i più giovani dalla diffusione di dati personali. Sarà inoltre vietato e bandito ogni contenuto pubblicato che abbia a che fare con pedofilia o pornografia.

Facebook, a questo punto, sembra voler seguire l’esempio di MySpace, che tempo fa ha accettato di collaborare con la Polizia per proteggere i minori dai cosidetti predatori sessuali. «L’accordo di MySpace era focalizzato su un numero di cambiamenti che dovevano fare», ha spiegato Kelly, «mentre questo è focalizzato sullo sviluppo di una tecnologia discussa da tempo con i procuratori generali».

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.