Home
F-Secure: Bluetooth a rischio di virus

12 Giugno 2006

F-Secure: Bluetooth a rischio di virus

di

Secondo il sondaggio condotto dalla società Secure Network, sono più di 1.400 i dispositivi provvisti di tecnologia wireless Bluetooth a essere vulnerabili ad attacchi informatici

F-Secure, società che si occupa di fornire soluzioni per la sicurezza informatica, ha commissionato a Secure Network, azienda specializzata e focalizzata in servizi, formazione e consulenza per la Sicurezza Informatica, un interessante esperimento per provare che anche la tecnologia wireless Bluetooth può favorire la diffusione e l’intrusione di virus e altre simili minacce, aumentate notevolmente in questi ultimi anni. «Una delle ragioni dell’incremento di questa tipologia di minacce sta nel fatto che gli smartphone costituiscono sempre più uno strumento di lavoro e ciò implica che spesso vi risiedano informazioni più appetibili per eventuali aggressori alla ricerca di dati riservati da utilizzare, ad esempio, per fare dello spionaggio industriale», ha spiegato Miska Repo, Country Manager di F-Secure Italia.

Per questo test Secure Network ha preso a campione comuni passanti italiani, individuando 1.405 dispositivi vulnerabili con Bluetooth attivo e in modalità visibile, nonché possibili bersagli da parte delle minacce online. Tra questi, 1.312 erano cellulari e smartphone, 39 Pc/notebook, 21 palmari, 15 navigatori satellitari, 5 stampanti e 13 altri dispositivi vari. Il team di ricercatori ha compiuto l’esperimento in sette giorni, tra febbraio e marzo, nascondendo la strumentazione necessaria all’interno di un trolley. Questa diffusione avrebbe permesso a un virus writer di disporre di oltre 1.300 apparecchi in meno di 24 ore per diffondere un’eventuale infezione.

Per evitare situazioni gravose, F-Secure e Secure Network consigliano di verificare l’affidabilità di applicazioni o nuovi software prima di effettuarne il download da Internet e prestare attenzione ad eventuali anomalie nel funzionamento del proprio dispositivo (aumento di messaggi non richiesti o consumo insolito della batteria), tutti possibili sintomi della presenza di un virus. Si consiglia, inoltre, di aggiornare sempre eventuali software di sicurezza e antivirus, scegliere attentamente il Pin, evitando di utilizzare date a cui facilmente si può risalire e adottandone uno differente da quello fornito dal produttore. Infine, le due aziende suggeriscono di disattivare Bluetooth una volta utilizzato e, se non fosse possibile, almeno impostare il dispositivo con connessione in modalità nascosta.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.