RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
European IT Banking Forum 2002

18 Novembre 2002

European IT Banking Forum 2002

di

È stata Milano la sede della conferenza europea di IDC che ogni anno si propone di fare il punto sul ruolo dell'Information and Communication Technology nell'ambito del settore Banking & Finance

Nel corso delle due giornate di lavoro, terminate il 12 novembre, sono stati presentati i “case history” e le “vision” dei Chief Information Officier di prestigiosi istituti bancari italiani ed europei.

La figura del Top Manager dell’Informazione è cresciuta in ambito bancario, da alcuni anni, grazie all’esplosione del fenomeno Internet. In alcune realtà europee, il CIO è assurto a figura facente parte del Consiglio di Amministrazione allargato, affiancandosi ai CEO (Chief Executive Officier) e ai Chief Financial Officier. Di fatto, dal 1999, l’European l’IT Banking Forum è il termometro dell’evoluzione di Internet e della Multicanalità nell’ambito bancario.

Il settore della finanza online, nonostante la contingente crisi che ha colpito tutti gli ambiti dell’economia click&mortar, continua a presentare un’interessante dinamicità. Va ricordato che, fin dai primi mesi del 2001, il mercato dell’online finance (in termini informativi e di transazioni), rappresenta a livello mondiale la principale fonte di traffico su Internet (surclassando il settore dell’informazione giornalistica online e dell’intrattenimento per adulti, che deteneva in passato questo primato).

Le previsioni di spesa IT a breve periodo, comunque, rispettano l’andamento previsto per l’intero mondo dell’ICT, annunciate da IDC nel corso di Smau 2002, con un rallentamento degli investimenti a 12-18 mesi. La sfida per il settore finance, a livello europeo, è quella di ridurre i costi pur conservando un livello sostenibile di innovazione tale da assicurare la competitività a livello mondiale.

Più rosea è, invece, la previsione a medio periodo: secondo IDC la spesa relativa all’e-banking dell’Europa Occidentale crescerà entro il 2006 da 1.169 a 2.321 milioni di euro. Sempre entro il 2006, circa il 50% dei clienti delle banche europee utilizzerà un mix di canali tradizionali e online:
circa il 7-10% degli utenti utilizzerà principalmente i servizi online.

Per avere un’idea di ciò che ci attende nei prossimi anni, è stata fondamentale la testimonianza di Lars Ekstedt, responsabile dal 1999 al 2002 della principale realtà online svedese, che conta, a oggi, 1.264.000 clienti di Internet Banking. Va ricordato che la Svezia è un Paese di quasi nove milioni di abitanti. Pur disponendo di circa 600 filiali distribuite nell’area scandinava, il 40% dell’operatività dell’istituto svedese condotto da Ekstedt, fino al 2002, è transitata attraverso i canali virtuali.

Svezia e Finlandia sono i Paesi europei all’avanguardia nell’uso dell’High-Tech e della telematica nel quotidiano: il 68% della popolazione, secondo la NUA, è connesso a Internet. Gli utilizzatori dell’Internet Banking in Svezia rappresentano il 50% della popolazione. Sono cifre impressionanti, al limite della saturazione del potenziale mercato, ma che anticipano lo scenario europeo disegnato da IDC per il 2006.

In Svezia il mercato dell’Internet Banking aveva già raggiunto i primi segnali di maturità e saturazione alla fine dell’anno 2000: in tale contesto, quindi, i problemi di riduzione dei costi erano già stati affrontati con anticipo rispetto al mercato italiano, allora ancora in fase di grande crescita.
L’esperienza Svedese insegna che il 78% dei costi di un Sito Internet dedicato alla Finanza Online sono rappresentati dalla “manutenzione” ed è in questo ambito che è necessario operare le maggiori economie di scala.

La semplificazione e l’usabilità sono, secondo Lars Ekstedt, la chiave del successo. L’approccio pragmatico svedese porta alla conclusione che è possibile mantenere un ottimo livello di servizio, pur riducendo i costi, senza per questo rinunciare alla ricerca ed allo sviluppo di soluzioni innovative, volano fondamentale della futura ripresa.

Il sito Web di Pietro Gentile

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.