Home
E anche Yahoo! arriva al Desktop Search

13 Gennaio 2005

E anche Yahoo! arriva al Desktop Search

di

Dopo i due grandi concorrenti Google e MSN, è adesso la volta di Yahoo! di proporre il suo motore di ricerca su hard disk in versione beta: YDS

Il software Yahoo! Desktop Search (YDS), che ha appena fatto la sua comparsa in versione beta in lingua inglese e, per il momento, sarà disponibile soltanto per Windows XP e Windows 2000 SP3 e SP4, è simile ai suoi predecessori proposti dagli altri big del settore.

Una volta installato, l’applicativo crea una base di dati locale file presenti sull’hard disk del computer allo scopo di poter fornire una risposta quasi immediata al momento della ricerca. Quest’ultima può essere effettuata su più di 200 tipi di file diversi (Word, Excel, PDF, HTML, Outlook, Zip, ecc.). Naturalmente, le richieste possono essere estese al Web grazie al motore di ricerca Yahoo! Search.

L’arrivo relativamente tardivo di YDS, rispetto ai software dei competitor, è però compensato da funzionalità uniche, assenti nei due prodotti dei concorrenti. La più importante tra queste è certamente lo strumento di preview, che visualizza nella parte destra del monitor, i file trovati durante la ricerca, in modo da dispensare l’utente dall’apertura di una nuova applicazione. Inoltre, questa finestra permette di agire direttamente sui documenti: l’utente potrà dunque modificare un file o rispondere a una e-mail direttamente da YDS.

In materia di riservatezza delle ricerche, Yahoo! sembra avere imparato dai problemi di Google, obbligato ad aggiornare la sua applicazione due mesi dopo il rilascio. Così, YDS non indicizza history e cache dei navigatori Web, e offre all’utente un controllo totale sui tipi di file da includere nelle ricerche. Inoltre, le ricerche sarebbero limitate alle autorizzazioni accordate dal sistema operativo: l’utente con un profilo particolare non avrà così accesso ai documenti non condivisi di un altro utente del medesimo computer.

Unico neo in termini di riservatezza segnalato: la ricerca delle e-mails permette attualmente la preview dei messaggi che in Outlook risultano invece protetti da password. Un problema a cui Yahoo! promette di porre rimedio al più presto.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.