Home
DVD-R: è arrivato finalmente il momento del grande passo?

28 Marzo 2002

DVD-R: è arrivato finalmente il momento del grande passo?

di

Pioneer dimezza i prezzi dei dischi DVD, sia WORM che riscrivibili e guarda al mercato di massa

Pioneer ha annunciato che sta per ridurre notevolmente il prezzo dei propri supporti DVD-R e DVD-RW, ovvero i cosiddetti dischi DVD vergini, sia WORM (write once, read many) che riscrivibili.
Seguendo la filosofia aziendale di apertura al mercato, l’azienda prevede di ridurre del 50% il prezzo dei propri dischi. In sostanza i DVD-R Pioneer avranno un prezzo intorno ai 5-6 dollari, mentre le unità riscrivibili costeranno intorno ai 10 dollari.

Gran parte degli analisti concorda nel credere che il ribasso del prezzo dei supporti porterà ad un aumento delle vendite dei masterizzatori. Il mercato dei DVD-recorders, infatti, è già da qualche tempo la “next big thing” dei produttori hardware, esattamente come lo fu il boom dei masterizzatori CD qualche anno prima. Il tanto atteso successo dei masterizzatori DVD, tuttavia, tarda ancora ad arrivare.

Il principale problema, ovviamente, è il prezzo eccessivo dei sistema di scrittura DVD, unito ad un costo ancora più spropositato dei supporti. A questo si affianca una guerra dei formati, che da tempo sta ritardando il boom dei DVD-R nel mercato di massa. I principali produttori, infatti, si stanno scontrando sul formato delle unità riscrivibili, con uno scontro tra cartelli industriali che non può che danneggiare gli utenti.

Il formato DVD-R pare al sicuro: è riconosciuto unanimemente dal DVD Forum, una lobby di aziende che comprende anche Pioneer. Il Forum promuove, inoltre, gli standard DVD-RW (i dischi riscrivibili, compatibili coi lettori consumer) e il formato DVD-RAM (tecnologicamente notevole, ma non compatibile coi normali lettori in commercio).
Pur appartenendo al DVD Forum, la coppia Hp-Sony propone un suo formato proprietario di DVD riscrivibile, chiamato DWD+RW. Il Forum, tuttavia, si è opposto a quest’ultimo formato e sta cercando di definire gli standard per la creazione di unità di lettura e scrittura DVD, compatibili con gli altri tre formati.

La mossa di Pioneer, quindi, sembra un passo importante nei confronti del mercato: un tentativo di ridurre i prezzi, in attesa che i produttori trovino un accordo. Le previsioni di mercato, infatti, indicano che è necessario abbattere la soglia di prezzo dei 400 dollari per l’hardware e dei 5 dollari per i supporti, per far sì che la masterizzazione DVD possa essere appetibile sul mercato consumer.

L'autore

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.