Home
Dopo 15 anni calo nelle vendite di Pc nel mondo

25 Luglio 2001

Dopo 15 anni calo nelle vendite di Pc nel mondo

di

Dopo quindici anni di crescite annuali, il mercato dei personal computer ha subito il primo calo dovuto al rallentamento dell’economia, associato a un dollaro forte.
Un problema per i fabbricanti che li obbliga a rivedere le loro strategie.

Nel secondo trimestre, le vendite mondiali di PC sono arretrate dell’1,9 % rispetto ai tre mesi corrispondenti del 2000, a cioè 30,4 milioni di unità secondo l’ufficio studi americano Gartner Dataquest, citato dalla France Presse in un’agenzia.

Secondo Eric Rothdeutsch, analista della Robertson Stephens, il problema è un mercato ormai saturo con, ad esempio, più del 60 % degli americani già possessori di un computer.
In più, il rallentamento dell’economia e il conseguente abbassamento delle spese considerate voluttuarie fa sì che privati e imprese non spendano per acquistare nuovo materiale informatico.

“Per ora, i distributori continuano a optare per prezzi scontati piuttosto che nel concepire un nuovo design per rilanciare le vendite”, spiega un altro analista.

E infatti i grandi costruttori si sono lanciati in una guerra dei prezzi che ha avuto come risultato di deprimere bilanci e azioni di queste società.
Ha iniziato Dell, seguita a ruota da Gateway che pensa di lasciare il suo ruolo di costruttore/venditore per assumere quello di “fornitore totale” di soluzioni informatiche per privati e imprese, soprattutto dopo i cattivi risultati del trimestre.

Una guerra che ha visto un solo vincitore, per ora, la Dell che, come dicevamo prima, è stata la prima a gettarsi nei prezzi scontati.
Ha registrato una crescita delle vendite nel mondo del 20 % e negli Stati Uniti del 15 %, contro un calo di Compaq e IBM, rispettivamente del 14,4 % e del 6,9 %.

Un calo che, secondo gli analisti, neanche l’uscita prossima di Windows XP riuscirà a limitare.

Il prezzo vero, in ogni caso, l’hanno pagato i lavoratori di queste aziende che hanno perso il posto.

Secondo dati AFP, la Dell (anche se ha aumentato le vendite) ha licenziato tra i 3 mila e i 4 mila lavoratori; 8.500 sono usciti da Compaq; 3 mila sono stati allontanati da HP e circa 2 mila da Gateway.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.