Home
Domini .it: cosa bisogna sapere

20 Aprile 2000

Domini .it: cosa bisogna sapere

di

Alla fine dello scorso anno sono entrate in vigore le nuove regole per l'assegnazione dei domini di livello ".it". Ecco una piccola guida di sopravvivenza

Garantire una visibilità a livello internazionale di un sito Web significa, molto spesso, incrementare drasticamente il numero degli accessi. Molti servizi gratuiti, che offrono spazio Web per pubblicare la propria homepage, spesso offrono dei nomi di dominio che non garantiscono una buona visibilità, quindi in molti casi è preferibile registrare un indirizzo del tipo www.miosito.it, facile da ricordare e basato sul nome dell’azienda o del professionista.

L’utente italiano che desidera registrare il proprio dominio senza ricorrere alle numerose aziende che forniscono questi servizi può scegliere tra un dominio italiano “.it” oppure tra i domini internazionali “.com”, “.org” o “.net”. Fino ad alcuni mesi fa registrare un dominio italiano era piuttosto complicato ed era necessario seguire un iter burocratico notevole. Alcune categorie d’utenza, inoltre era escluse.

La registrazione di un dominio TLD (Top Level Domain) di tipo “miosito.it”, prima dell’approvazione delle nuove regole avvenuta il 15 dicembre scorso, poteva essere richiesta soltanto da società con sede in Italia e comunque da un libero professionista provvisto di partita Iva. Con le nuove regole la possibilità di registrazione di domini italiani TLD (in numero illimitato) è stata estesa a tutti i soggetti appartenenti a un Paese membro dell’Unione europea e a tutti gli individui dotati di Codice fiscale, anche se non provvisti di partita Iva. Tutti gli enti che non possiedono partita Iva o Codice fiscale, come le associazioni, hanno diritto alla registrazione di un solo dominio “.it”.

La registrazione del dominio va effettuata presso la Registration Authority italiana, ente gestito dall’Istituto IAT del CNR di Pisa ed è a pagamento. Ma quanto costa registrare un dominio “.it”? Dipende dalla categoria a cui apparteniamo e dall’uso che ci proponiamo di farne. Il prezzo di un contratto MANTAINER è di L. 2.400.000 Iva esclusa ed è rivolto a chi svolge le funzioni di registrazione per conto terzi (fornitori di servizi). La somma comprende trenta domini prepagati e tutti i costi inerenti al mantenimento e all’assistenza; ogni dominio aggiuntivo costa L. 30.000 e il prezzo di mantenimento dei domini già esistenti è di L. 30.000. In pratica se un provider di servizi offre un pacchetto di hosting con registrazione di dominio incluso, l’azienda deve sborsare alla R.A. (Registration Authority) L. 30.000 annue per ogni dominio posseduto.

Chi vuole gestire la registrazione di un dominio “.it” senza dover passare prima per un fornitore di servizi può farlo agevolmente, ma i prezzi sono sensibilmente più alti. Il costo per la registrazione, in questo caso, è di ben L. 400.000 comprendente il mantenimento per un anno e i costi di assistenza. La tariffa annuale da versare alla R.A., per questa tipologia di mantenimento, è di L. 200.000, sempre al netto di Iva. Tutte le informazioni inerenti alla registrazione di un dominio “.it” possono essere richieste direttamente alla Naming Authority Italiana all’indirizzo [email protected] oppure al numero di telefono 050/915011.

Chi non gradisce la burocrazia italiana e desidera registrare un dominio internazionale del tipo “.com”, ha a disposizione sicuramente maggiori possibilità e una più vasta possibilità di scelta. Non ci sono limiti nel numero di domini registrati e sia i privati sia le aziende possono ottenere tutti domini che desiderano. La procedura di registrazione è rapidissima e comprende una verifica online per assicurarci che il dominio sia libero. Stabilito il nome del dominio, si passa alla registrazione vera e propria attraverso il sito di NetworkSolution.

Il costo di un dominio TLD ammonta a 70 dollari per i primi due anni se intendiamo usarlo fin da subito, oppure di 119 dollari se desideriamo solo bloccarlo, magari in attesa di un buon acquirente. Durante la registrazione ci vengono chiesti anche i parametri del server su cui risiederà fisicamente il sito. I pagamenti avvengono tramite carta di credito.

Per maggiori informazioni sui TLD italiani:
http://www.nic.it

Per la registrazione di un TLD internazionale:
http://www.networksolutions.com

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.